Gerry Scotti oltre alla tv produce vini: ecco quanto costano

Che fosse una “buona forchetta” lo sapevano tutti, ma in quanti avrebbero mai immaginato che Gerry Scotti fosse anche un intenditore di vini? Ecco le sue specialità.

Da amatissimo conduttore televisivo a produttore di vini. Non si direbbe ma per Gerry il passo è molto breve. La voglia di investire, la passione nelle buone cose e perché no, anche un po’ di sana scommessa imprenditoriale, hanno portato lo zio Gerry a produrre una vera e propria marca di vini.

Tra i volti noti dello spettacolo non è l’unico ad aver avuto questa idea. Altri attori come ad esempio Lino Banfi, hanno avuto l’idea di lanciarsi nel mondo dell’ imprenditoria culinaria. Molti di loro sfruttano l’immagine e la notorietà costruiti in anni di carriera per fare una buona riuscita anche in un ambito tanto diverso. Nel corso del tempo Scotti ha prestato il volto anche a diversi brand nell’ambito dell’alimentazione. E perché, allora, non mettersi in proprio e cercare di lanciare qualcosa che possa essere direttamente riconoscibile al volto ed il nome di Scotti?

I vini di Gerry, un successo inaspettato

Un’avventura cominciata qualche anno fa che ha trovato grandi consensi da parte non soltanto degli affezionati al personaggio, ma anche da quelli che di vino se ne intendono. Insomma, un successo a tutto tondo. “Il mio ricordo d’infanzia è la vigna di mio nonno e tutto ciò che questo significava per la mia famiglia. Sono nato in campagna, e di quei luoghi ricordo tutto, i profumi, i sapori, i colori. Dopo essere stato a contatto con le persone più influenti, dopo essere stato sui palcoscenici più importanti, ho pensato di fare una cosa che mi avrebbe reso felice: provare a fare un vino che mi rappresentasse in tutto e per tutto, genuino, sincero” – ha raccontato in una intervista Gerry.

Ma la curiosità è un’altra. Quanto farà pagare una sua bottiglia? L’Oltrepò Pavese Barbera DOC “Regiù” di Scotti costa appena 8,90 euro. Non una cifra esorbitante, cosi come l’altra bottiglia della sua produzione vinicola, l’Oltrepò Pavese Riesling DOC “Mesdì” (un riesling renano al 100%), del valore ancora di 8,90 euro.

Si sale di prezzo, poi, prendendo in considerazione la Buttafuoco DOC “’56”, (croatina, barbera, uva rara, ughetta) del valore di 28,90 euro. Insomma, una vasta scelta per tutti i palati e per tutte le tasche. Una scelta, questa, che conferma la grande intelligenza commerciale del conduttore. D’altronde, chi meglio di lui ha potuto imparare tanto per quanto riguarda il commercio e la pubblicità, stando una vita alla corte di Berlusconi?