Alessandra Celentano, la malattia che l’ha distrutta: la sua carriera rovinata

A quanto pare Alessandra Celentano soffre di una malattia che ha distrutto la sua carriera: vediamo i dettagli

Alessandra Celentano oggi è l’insegnante più temuta dagli aspiranti ballerini della scuola di Amici. Durante le varie edizioni del programma sono stati tanti gli allievi che ha aiutato, ma sono molto più noti i diverbi che ci sono stati con altri.

L’ex ballerina è un’insegnante tradizionale e sostiene che per praticare la danza classica occorra avere dei prerequisiti fondamentali, tecnici e soprattutto fisici. Tra le concorrenti che si sono scontrate con lei possiamo ricordare Agata Reale e ovviamente Rosa Di Grazia. Della prima la maestra criticava il collo del piede inadatto e della seconda diceva che le mancava il talento. Agata, oggi 36enne, è tornata tristemente alla ribalta qualche mese fa, quando ha annunciato di essere affetta da leucemia.

La nipote di Adriano Celentano crede fermamente nelle proprie idee e non si lascia mettere i piedi in testa. Per questo motivo, durante l’edizione di quest’anno sono stati tanti i litigi con Lorella Cuccarini, grande sostenitrice della giovane napoletana.

Alessandra Celentano, la fine della sua carriera

Alessandra Celentano in passato è stata una grande ballerina. Il suo talento e il suo impegno l’hanno portata a esibirsi nei più importanti teatri italiani a Milano, Roma, Firenze e Napoli. Si è fatta notare anche all’estero, infatti ha studiato prevalentemente a Budapest e ha preso parte a tournée in tutto il mondo.

Ha lavorato con colleghi di fama internazionale da Carla Fracci a Roberto Bolle ed è stata prima ballerina all’Aterballetto negli anni Ottanta. Di colpo però la sua carriera si è arrestata bruscamente a causa di una malattia.

Leggi anche -> Adriano Celentano e la storia d’amore con Claudia Mori: spunta un retroscena impensabile

Leggi anche -> Anbeta e l’abbandono ad Amici per “colpa” di Maria De Filippi: “Ero un’extracomunitaria…”

Leggi anche -> Emma Marrone si mostra terrorizzata: ha paura di morire

La coreografa soffre infatti della sindrome dell’alluce rigido, un disturbo che colpisce prevalentemente i ballerini a causa degli sforzi fisici a cui si sottopongono. La malattia provoca un dolore alle dita dei piedi che con il tempo si intensifica sempre di più fino a diventare insopportabile. L’artista si è sottoposta a un’operazione che è andata a buon fine, ma da quel momento non ha più potuto danzare ad alti livelli. Un finale davvero triste, ma lei ha saputo rialzarsi come insegnante e oggi è una delle professioniste più stimate in Italia.