Jasmine rifiuta il papà Albano Carrisi: Non posso farlo

Inaspettate parole della figlia del cantante pugliese. Nessuno immaginava potesse arrivare a tanto


Jasmine Carrisi, ventenne figlia di Albano, da diversi anni sta tentando la strada della musica. Forte dei consigli e della presenza di un padre come il cantautore pugliese, non manca mai a una passerella di moda o di cinema. La piccola Jasmine è infatti una vera e propria peperina. Ha preso parte anche al film “La dama e l’ermellino”, ha sfilato sul red carpet del Festival del cinema di Venezia e posta foto in pose sexy sul suo profilo Instagram.

Carattere non facile quello della figlia di Albano e Loredana Lecciso. Il titolo del suo primo singolo, “Ego“, dice tutto sulla sua personalità. Spesso al centro di gossip, aveva ufficializzato sui social la sua storia d’amore con Giuseppe Caggiula, suo compaesano. Relazione poi finita in un nulla di fatto. Jasmine si è ultimamente lasciata andare a dichiarazioni sconcertanti. In molti sono rimasti sorpresi dalle frasi dette dalla giovane, anche lei lanciatissima nel mondo della musica. La ventenne ha parlato senza peli sulla lingua, esprimendo tutto quello che aveva da dire sul rapporto col padre.

Jasmine, le rivelazioni che non fanno piacere ad Albano

Jasmine ha sempre saputo cosa volesse dalla vita. “Mentre mio fratello è stato alla larga dal mondo artistico dicendo ‘ci sono fin troppi cantanti in famiglia’ io ho sempre saputo che avrei fatto questo” – ha spesso ribadito . Intervistata in radio, per prima cosa ha parlato del suo nuovissimo singolo intitolato “Calamite”, nato durante il lockdown. Ha detto che si tratta di un pezzo molto leggero, perfetto quindi per la stagione estiva che sta per iniziare. Oltre a questo, per Jasmine il suo ultimo brano rappresenta una maturazione artistica. Inoltre, ha svelato che nella scelta del titolo il padre ha avuto un ruolo fondamentale, avendola convinta che “Calamite” fosse proprio quello giusto.

Sulla possibilità di un duetto con il padre, a sorpresa la replica della giovane è stata negativa, spiegando però il perché di tale risposta. “Abbiamo due stili completamente diversi e poi la sua voce coprirebbe la mia”, queste le parole di Jasmine. In effetti il timbro del genitore è molto potente, incompatibile con quello più tenue della figlia. La chiacchierata figlia d’arte ha poi parlato più concretamente della sua musica. Ha affermato di non aver ancora trovato lo stile che le appartiene di più e allo stesso tempo è molto incuriosita a esplorarne di nuovi, nell’attesa di capire il più adatto a lei.