Giorgio Armani, la pesante malattia che l’ha colpito: per guarire ci vuole tantissimo

Lo stilista piacentino è stato vittima di una pesante malattia, la cui guarigione è molto lenta. Scopriamo di che si tratta

Giorgio Armani (Instagram)

Quando pensiamo al nome di Armani ci viene subito in mente lo stile made in Italy, caratterizzato dall’eleganza e dalla classe che contraddistingue i capi d’abbigliamento che portano la sua firma.

La sua passione nei confronti della moda si è sviluppata fin dalla giovinezza, periodo in cui ha cominciato a muovere i primi passi nel settore. Con il passare del tempo ha fondato la celebre casa stilistica che porta il suo nome, grazie alla quale si è fatto conoscere in ogni angolo del mondo.

 

Naturalmente una fama del genere lo ha portato ad essere anche uno dei personaggi più ricchi del nostro Paese, con un patrimonio che si attesta su cifre da capogiro. Ciò gli ha permesso di togliersi tutti gli sfizi immaginabili, da splendide automobili a case da sogno, tutto per merito del suo smisurato talento.

Leggi qui ->  Gigi D’Alessio non si nasconde più sulla separazione con Anna Tatangelo: “Sono stato tradito”

Guarda qui -> Albano rivela sulla donna della sua vita: “Altri 50 anni…”

La brutta malattia che ha colpito Giorgio Armani

Anche per il grande stilista il tempo non fa sconti. Oggi ha ottantasette anni, compiuti lo scorso 11 luglio, festeggiati tra l’altro con la grandiosa vittoria dell’Italia agli europei di calcio per Nazioni.

Diversi anni fa invece, la salute di Giorgio è stata messa a forte rischio, a causa di una malattia che ha contratto. Per la precisione parliamo del 2009, quando gli è stata diagnosticata l’epatite da intossicazione.

A darne l’annuncio ai suoi fan è stato proprio lui stesso: “Una epatite da intossicazione, una malattia non certo rara, ma che richiede tempo per la guarigione completa”. Una volta superato lo spavento, Armani si è anche preoccupato di rassicurare tutti coloro che erano in pensiero per le sue condizioni: “Sto bene, meravigliosamente bene, ho superato il mio problema, i dati del fegato sono quasi perfetti”, le sue parole rilasciate sulle pagine de “Il Giornale”.

 

Da questo brutto periodo però, lo stilista è stato in grado di trarne anche dei lati positivi. Ad esempio ha riscoperto la bellezza dello stare a casa, in particolare in quella in campagna, dove possiede alcuni animali come cani e gatti.