Loredana Bertè, l’orrendo dramma subito: “Violentata e riempita di botte”

Per la prima volta la cantante racconta la terribile violenza subita quando era solo una ragazzina

 

A 70 anni suonati Loredana Bertè è ancora una delle protagoniste indiscusse della musica italiana. La regina del rock italiano, calabrese, sorella della compianta Mia Martini, ha iniziato la sua carriera da giovanissima. Negli anni ’60 inizia a frequentare il Piper Club di Roma, dove conosce tantissimi artisti tra i quali Patty Pravo e Renato Zero con cui instaura una forte amicizia. Nel 1975 arriva il suo primo grande successo discografico nel con il brano Sei bellissima. Da lì, la Bertè ha collezionato una serie di successi grazie a brani che hanno scritto la storia della musica italiana come: Dedicato, E la luna bussò, In alto mare, Non sono una signora, Amici non ne ho, Respirare e tanti altri. Ha partecipato al Festival di Sanremo ben 11 volte.

La vita con Loredana non è mai stata tenera. Le sorelle Bertè, infatti, hanno vissuto un’infanzia piena di problemi, con un padre violento e una madre assente che non amavano le figlie e gli imponevano una disciplina rigidissima. Ai loro genitori, la Bertè attribuisce anche una parte di colpa per la morte della sorella Mia Martini, dati i problemi psicologici derivati da tali difficoltà. Ultimamente Loredana ha anche svelato un episodio molto brutto che le è accaduto.

Il tremendo episodio che le ha cambiato la vita


Una vita sulle montagne russe quella di Loredana. Amori profondi (come quello con Adriano Panatta) e grandi dolori – come la morte dell’amata sorella Mimì – Loredana Bertè ha ultimamente però raccontato anche un episodio inedito e privato molto doloroso, legato alla sua adolescenza. “Avevo 16 anni, facevo serate ed eravamo sempre in giro per l’Italia, ma ero l’unica vergine del gruppo. Tutte mi dicevano di decidermi. C’era questo tizio che mi riempiva di fiori ogni sera, così alla fine dopo un mese ho deciso di uscire con lui. Mi portò in un appartamento scannatoio e quando ho sentito che chiudeva la porta col lucchetto mi sono spaventata. Ero terrorizzata, mi ha violentata e riempita di botte, sono riuscita ad uscire per miracolo, con tutti i vestiti strappati” – ha rivelato la cantante.

Il trauma per Loredana è durato tantissimo. “Per anni non ho fatto avvicinare nessun uomo. Ero traumatizzata”. Un evento drammatico che ha devastato l’animo della cantante che solo dopo anni, anche grazie proprio all’amore per Panatta, è riuscita a superare. Loredana però ha sempre voluto lanciare anche un messaggio ai giovani. In caso di violenza, denunciare è la prima cosa da fare: “Non l’ho mai raccontato alla mia famiglia, sennò le prendevo anche da mia madre, quindi non l’ho potuto denunciare, ho tenuto tutto per me. Fu uno sbaglio, perché, care donne, al primo schiaffo bisogna denunciare. Non fate come me, non fate questo errore, denunciate sempre“.