Alberto Sordi, l’enorme diatriba per l’eredità dell’attore: la famiglia non ha preso ancora nulla

Alberto Sordi, attore straordinario ed artista premiato in tutto il mondo, ha lasciato un’importante eredità sulla quale c’è un caso aperto

 

Alberto Sordi
Alberto Sordi (web source)

Un attore senza tempo, del quale ancora oggi coltiviamo un’eredità artistica straordinaria che ha scritto pagine e pagine di storia della cinematografia italiana. Quello di Alberto Sordi si può dire sia stato uno dei profili più importante nella storia del nostro paese, anche al di là dei confini puramente artistici e cinematografici. Un uomo che ha saputo conquistare consensi in lungo ed in largo, attore ma anche regista, conduttore, doppiatore. Una miriade di premi e nomination conquistato in lungo ed in largo in giro per il mondo, a testimonianza di quanto Sordi fosse riconosciuto non solo sul suolo italiano ma anche a livello internazionale.

Stare qui ad elencare i film che hanno visto Alberto sarebbe riduttivo e non renderebbe omaggio al personaggio straordinario che ha fatto delle sue peculiarità artistiche un marchio di fabbrica indelebile. Molti, oggi, provano ad ispirarsi a Sordi, alcuni cercano anche di imitarlo, ma la verità è che ripercorrere la strada di un’artista cosi potente risulta davvero troppo complicato.

La sua scomparsa, nel 2003, ha lasciato un grande vuoto soprattutto nel mondo dello spettacolo, che aveva imparato ad ammirare Sordi anche al di là del suo contesto naturale, quello cinematografico. E cosi Alberto era anche un volto televisivo. Molti pendevano dalle sue labbra anche durante le sue ospitate sul piccolo schermo.

Leggi qui -> Mike Bongiorno ha lasciato un’eredità enorme: non immaginate la cifra

Leggi qui -> Raffaella Carrà e la sua eredità: ecco a chi andrà il suo patrimonio

Alberto Sordi, l’enorme diatriba per l’eredità

Resta, però, un gran polverone intorno alla questione dell’eredità di Sordi. Una questione che non ha trovato ancora una soluzione definitiva, quando sono passati quasi vent’anni dalla sua scomparsa. Il patrimonio di Alberto, morto il 24 febbraio 2003, è stato ereditato dalla sorella Aurelia, scomparsa all’età di 97 anni.

Un’eredità, quella del noto attore romano, che si stima arrivi a circa 50 milioni di euro. Una cifra molto importante, sulla quale ovviamente si sta discutendo da tanti anni. Come da testamento di Aurelia, ad oggi, l’eredità di Alberto Sordi è tutta affidata alla “Fondazione Museo Alberto Sordi”, anche se il tutto deve essere ancora sbloccato in maniera definitiva.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alberto Sordi (@alberto.sordi)

Ci sono ben 37 parenti (lontani e vicini) – come riporta ‘Il Sole 24 ore’ – che si sono mossi per vie legali. Nel tentativo di comprendere in che modo l’eredità di Alberto è stata gestita e se sia tutto lecito quanto fatto in questi anni, soprattutto nell’assegnazione dell’enorme cifra.

La fondazione, in questo modo, non ha ancora avviato le sue attività – si legge – ma si preoccupa principalmente di amministrare i conti. In attesa di una sentenza che possa decidere tutto in maniera definitiva. La famiglia (i parenti che si sono mossi) dal canto suo non ha ricevuto nulla, e cosi resta una grossa questione ancora in sospeso.