Alessandro Gassman, la malattia massacrante che l’ha colpito: “Questo strano male”

L’esperienza di Alessandro Gassman con un male molto particolare lo ha preoccupato molto. L’attore parla di questo nemico 

Alessandro Gassman si confessa a Ok Salute e Benessere, dove racconta lo strano male che l’ha colpito con cui ha dovuto lottare a lungo. L’attore racconta la sua lunghissima e durissima lotta contro una patologia che attacca sempre più persone. Tutto ha inizio nel 2002, dice l’attore “Ero a letto, un libro in mano, all’improvviso l’ansia che sale, un sudore freddo, il cuore che batte forte, più forte, sempre più forte…”.

Alessandro gassman

Questo disturbo però non è un singolo evento, ricapita e ci deve combattere per anni. Gasmann nel 2003 è entrato in psicoanalisi, inizialmente seguendo la terapia junghiana, passando poi all’analisi transazionale. Si tratta di un’evoluzione delle teorie di Freud. Ormai una volta a settimana l’attore vede il suo terapeuta, il quale è in contatto con il neurologo che gli ha prescritto la terapia da seguire.

Ogni mattina una pasticca di serotoninergico e passa la paura. Ha dovuto chiedere aiuto, il disagio ormai era troppo evoluto, una sensazione strana da spiegare e difficile da combattere. Per quanto riguarda il punto di vista neurologico, l’attore ha sofferto di carenza di serotonina, più comunemente conosciuta come la molecola della felicità.

Alessandro Gassman e la preoccupazione per la sua salute

Alessandro gassman

Il problema di Gasmann è stato definito disturbo d’ansia generalizzato. Monta la paura, il cuore sembra stia per esplodere, sembra di essere totalmente e talmente vicini alla morte. Gasmann ha voluto condividere il suo racconto cercando di essere d’aiuto a tutti coloro che soffrono di attacchi di panico nel corso della loro vita.

“Quando hai avuto un attacco di panico, stai nel terrore che da un momento all’altro si ripeterà. Io non comunicavo più, ascoltavo solo me stesso, intrappolato nell’incubo che quella bestia crudele tornasse mentre lavoravo, mentre guidavo, mentre ero con mio figlio”. Alessandro Gassman confessa che ha sbagliato in quanto, in casi come questo, parlare è veramente un aiuto.

Poi dice che si deve avere molta fiducia. Racconta di essersi informato ed ha scoperto che gli attacchi di panico sono in continua crescita, in tutto il mondo occidentale. “Sarà il sovraccarico di lavoro, di stress, di responsabilità. Ma io vi assicuro: è una cosa da cui si guarisce”.

Leggi anche -> Caterina Balivo, la piccante rivelazione sul marito: Facciamo questo

Leggi anche -> Gerry Scotti, esplode di rabbia e distrugge tutto: il video inedito

Leggi anche -> Christian De Sica e il rapporto omosessuale con Paolo Conticini: dopo anni la verità

Grazie alle analisi e alla terapia seguita, Gasmann oggi ha imparato a chiedere aiuto. È diventato meno spavaldo fuori e più saldo dentro. Riesce a controllare l’ansia con tranquillità, e nulla fa più paura.