Matilda De Angelis, da giovane prodigio alla malattia che le ha rovinato l’esistenza: “Non se ne esce mai del tutto”

Toccante confessione della giovane attrice che svela la difficile condizione di cui ha sofferto

Bellissima e giovanissima, Matilda de Angelis è una delle attrici più promettenti dell’attuale panorama italiano. Debutta giovanissima in alcune pubblicità e partecipa a vari concorsi di bellezza. In passato ha studiato chitarra e violino, amava cantare e la sua famiglia la sosteneva. A detta sua i suoi genitori non avevano paura che lei inseguisse i suoi sogni, al contrario la supportavano. 25 anni, la sua più grande passione è sempre stata la musica. Ha studiato chitarra e violino e all’età di 16 anni è entrata come cantante nel gruppo Rumba de Bodas con il quale incide un album dal titolo Karnaval Fou e girato per l’Europa con tantissimi concerti.

Al cinema è la protagonista del film Youtopia dove interpreta una ragazza che mette all’asta online la propria verginità. Nella filmografia di Matilda De Angelis anche Una famiglia di Sebastiano Riso, Il Premio di Alessandro Gassmann, I ragazzi dello Zecchino d’Oro di Ambrogio Lo Giudice. Insomma, nonostante la giovanissima età, moltissimi registi hanno riconosciuto e premiato il suo talento. Nel 2020 prende parte al film Netflix L’incredibile storia dell’Isola delle Rose e alla serie TV The Undoing – Le verità non dette dove nel cast figuravano anche Nicole Kidman e Hugh Grant.

La difficile adolescenza di Matilda, una continua lotta che forse non finisce mai

Sicura di sé e determinata. Questa l’immagine che Matilda De Angelis è riuscita a dare di sé al suo pubblico. Un’autostima, la sua, che si è guadagnata studiando, lavorando sodo e senza mai dire di no ai sacrifici. Dietro l’immagine di giovane donna forte e, almeno apparentemente, indistruttibile, si nascondono, però, anche delle fragilità, che l’attrice oggi non ha più paura di confessare. Il successo, insomma, è solo un lato della medaglia. Dall’altro, c’è la lotta contro le paure. Nonostante il successo ormai consolidato e la conduzione della kermesse italiana più vista, cioè il Festival di Sanremo, Matilda è una giovane donna che non dimentica la fatica che ha fatto per essere oggi quella che è.

La mia adolescenza è stata segnata da un problema: l’anoressia.  – ha rivelato Matilda – Le cause? Più di una: un bisogno di attenzione, di affetto. Era un modo drastico per dire ‘sono qui, guardami’. Quando hai quindici, sedici anni è tutto molto drammatico: i rapporti con i genitori, o con il ragazzo che ti piace. E rischi facilmente di non accettarti“. Purtroppo questa  è una condizione di cui soffrono sempre più spesso molte giovani ragazze. “Cerco di dare importanza ad altre cose, piuttosto che puntare sul mio aspetto fisico – dice a chi le chiede come ha fatto a superare questo problema – Ma non se ne esce mai del tutto. Comunque, la vittoria più grande è non giudicarsi. Accettarsi con i propri problemi e con le proprie schifezze”