Amadeus, il ricovero subito per due mesi: “Certi traumi ti restano addosso”

Il famoso conduttore Amadeus racconta l’esperienza che gli ha lasciato degli strascichi non da sottovalutare. Il trauma del ricovero 

Nel momento in cui l’Italia ha vissuto con terrore con il primo lockdown Amadeus è stato uno dei personaggi famosi che ha fatto da testimonial per la Rai. Questo per fare in modo che tutti i cittadini rispettassero ogni regola, che oggi tutti conosciamo alla perfezione. Stiamo parlando dell’importanza dell’igiene personale, di lavarsi le mani e di igienizzarle spesso. Ma anche di evitare di toccare gli occhi ed il naso e non avere contatti troppo stretti con altre persone.

amadeus

Ancora oggi il Covid è presente in tutta la sua pericolosità, in quanto molte sono le paure e tutti quelli strascichi che potrebbe portare con sé. E questo è un qualcosa di cui ha molto timore il conduttore televisivo Amadeus. Difatti, durante un’intervista, ha affermato di essere “iper ipocondriaco”, come afferma lui stesso.

Nemmeno verso la famiglia riesce a trattenere questo atteggiamento, in quanto chiama la moglie anche quattro volte al giorno per essere aggiornato sul suo stato di salute e su quello del figlio. Lui stesso si definisce iper fissato riguardo le malattie. Sembra che Amadeus sia un soggetto ipocondriaco da quando aveva circa 7 anni. Ma perché?

Il duro ricovero di Amadeus

amadeus

Infatti in quel periodo è ricoverato per nefrite, ossia un’infiammazione al tessuto intestinale facendo sì che il ragazzo vivesse un momento molto difficile e traumatico. Ecco la sua dichiarazione in merito. “Tutto parte da lontano. A 7 anni venni ricoverato per due mesi in ospedale per una nefrite: fu un momento molto difficile che probabilmente non ho mai superato. Certi traumi ti restano addosso”.

La paura costringe quindi il conduttore a seguire uno stile di vita del tutto controllato senza dimenticare l’importanza dell’alimentazione. Egli infatti segue solo ed esclusivamente una dieta sana e controllata, con lo scopo di evitare di assumere medicinali a causa di qualche carenza alimentare. Si tratta di decisioni che, ovviamente, coinvolgono anche la sua famiglia.

È stata la stessa moglie Giovanna a spiegare che, anche loro, mangiano in modo più salutare anche se non sempre è semplice. Questo in quanto Amadeus preferisce rinunciare al sale, un qualcosa che non sembra essere molto adatto per un figlio che gioca a calcio.

Leggi anche -> Sonia Bruganelli, l’intervento che le ha sconvolto la vita: “Ha avuto un infarto e danni neurologici”

Leggi anche -> Sguardo fisso e fisico esile da ragazzina, oggi è la conduttrice più amata d’Italia: Ecco chi è

Leggi anche -> Emanuela Tittocchia, volto di Centovetrine: “Ho rischiato di morire” | Come sta

Però quando il padre non c’è, Giovanna e José si divertono. Con serate fatte senza regole alimentari in cui le patatine fritte e le salse la fanno da padroni.