Roberto Vecchioni, dai palcoscenici al tumore: “Sono stato operato…”

Roberto Vecchioni, ha calcato i palcoscenici per anni regalando grandissime emozioni. Ha dovuto però subire un’operazione per un cancro 

 

Nell’ultimo periodo, Roberto Vecchioni, ha rilasciato un’intervista in cui ha confessato dei retroscena davvero inediti riguardo il suo stato di salute. Il noto cantautore e paroliere italiano ha regalato momenti magici e splendidi a migliaia di persone con la sua arte. Un’arte che parla e risuona in ogni dove.

Roberto vecchioni

Ecco le sue parole: “L’anno scorso sono stato operato per un piccolo tumore al rene e ora sto bene”. Roberto Vecchioni racconta di aver visto molti dottori, dieci professori tra l’Italia e l’estero. Da ognuno ha ricevuto una realtà diversa, prospettata con molteplici interventi uno diverso dall’altro.

Il brutto, confessa, è rappresentato dalla freddezza con la quale gli hanno parlato del male. Vecchioni afferma che il paziente ha bisogno sopratutto di sensibilità, del lato umano del medico che gli parla di cose così delicate. In questa occasione ha voluto lanciare anche un messaggio di rivolto a tutti coloro che da sempre lo seguono.

Roberto Vecchioni e la figura del medico

Roberto vecchioni

Il suo appello riguarda il medico di famiglia, per capirsi quello che console il problema di tutti del nucleo famigliare che segue. Ha le cartelle di tutti, qualsiasi membro della famiglia, e ne conosce ogni minimo particolare. Che non si chiude in chissà quale struttura, ma va in giro ed agisce sul campo.

“Non dico che il medico deve essere innamorato del paziente ma non può lasciarlo ad operazione fatta, dargli una cura e poi andarsene. Il medico rimane ancora una figura che cura non solo il corpo, ma l’anima. E le due cose devono essere riportate insieme”. Per lui la figura del medico non può essere solo quella del freddo professore che snocciola malattie e rimedi.

Queste sono le parole dell’artista che, nell’ultimo periodo, ha firmato l’introduzione di un libro realizzato da 2 addetti ai lavori. Si tratta dei medici di famiglia Maurizio Bruni e Francesco Carelli. Il libro è intitolato C’era una volta il medico di famiglia. Il camice bianco per Vecchioni rappresenta un vero e proprio artista. Ebbene sì, anche in campo medico.

Un professionista che sa avere e cogliere intuizioni, ecco dove si nasconde l’arte. Sicuramente questa una rivelazione che ha lasciato senza parole tutti i fan di Roberto Vecchioni. Artista che da sempre ha raccolto, intorno a sé, un pubblico sempre più vasto grazie alle sue immense doti canore.