Ylenia Carrisi, il dramma senza fine: le ultime notizie che potevano dare una svolta

Una storia che da anni tiene tutti con il fiato sospeso, ma nessuno ha mai smesso di sperare

Ylenia Carrisi, la figlia di Albano e Romina Power, non ha smesso di essere al centro della cronaca. I due cantanti si portano dentro questo grande dolore da ormai più di 20 anni e ancora non riescono a darsi pace. Albano, simbolo della canzone italiana nel mondo, con all’attivo decine di dischi e partecipazioni a Sanremo, è ormai rassegnato. Mentre la madre Romina non si dà per vinta e continua a sperare che la sua amata figlia possa essere ancora viva.

Una brutta storia quella di Ylenia. La giovane era scappata dalla famiglia il 6 Gennaio del 1994, probabilmente stanca delle continue pressioni del padre, che avrebbe preferito per lei un futuro da artista. Invece Ylenia, dal carattere molto riservato, ha voluto continuare gli studi e trasferirsi in America per completarli e tentare una carriera di successo. Mamma Romina, grazie all’aiuto del figlio Yari ha organizzato diverse spedizioni per il ritrovamento della figlia, senza ottenerne traccia. Il “giallo” sulla scomparsa di Ylenia Carrisi è andato verso un percorso di risoluzione, dopo l’ospitata della madre. Romina Power ha accettato l’invito a “Chi L’Ha Visto”, dove ha raccontato le sue novità sui fatti.

Il giallo senza fine: trovato il responsabile della scomparsa di Ylenia?

Il timore della madre è abbastanza evidente, in quanto preoccupata che la perdita della figlia possa essere frutto di un incontro sentimentale imprudente con una altra persona. Per capire qualcosina in più si è rivolta a Federica Sciarelli, la conduttrice dei programma sui misteri irrisolti, fornendole immagini e foto ritoccate al presente di Ylenia, in modo da diffonderle in giro per il mondo. Le immagini e i videomontaggi lanciati in onda ripercorrono i misteri sul presunto ritrovamento di Ylenia in un convento di suore. Per questo secondo il parere di Romina, la figlia sarebbe ancora viva. Nonché ormai nelle grinfie di una strana persona, probabilmente la stessa che è scappata in quel giorno di gennaio, ovvero Alexander Masakela.

Tracce della presenza della coppia sono state rinvenute nella stanza di un albergo, dove insieme avrebbero consumato momenti di intimità. In particolare i documenti di Ylenia sono stati recuperati dalla polizia, che ha poi chiuso il caso, con il corpo della giovane, disperso nel fiume. La paura di mamma Romina è legata al fatto che la sua amata figlia potesse essere entrata in uno stato confusionale e dal quale Ylenia non sarebbe più uscita, cambiando persino identità, convincendosi a non far più alcun passo indietro.