Ambra Angiolini, la malattia che l’ha devastata: “Un cancro dell’anima”

Un episodio della vita di Ambra Angiolini molto duro e faticoso. Una malattia che l’ha consumata dall’interno 

 

Ambra Angiolini racconta un periodo non molto roseo che ha caratterizzato la sua vita. Lo scrive anche nel suo libro InFame. La conduttrice ed attrice bresciana d’adozione racconta un male che l’ha affetta per ben 12 anni. “Ho imparato a conoscermi e a trasformare un disagio in voglia di vita. Ma è possibile solo se si decide di affrontare un percorso, che parte da una consapevolezza”.

ambra angiolini

Uno dei disturbi, purtroppo, molto diffusi. Una malattia caratterizzata dall’eccessiva assunzione di cibo che si va poi ad espellere in modo forzato e non affatto naturale. Si tratta di un male non facilmente riconoscibile, in quanto il peso delle persone che ne sono affette resta sempre nella norma. Un disturbo alimentare causato da inadeguatezza, da sensi di colpa e da tanti altri fattori.

Questa malattia è un disturbo molto diffuso, non solo tra i comuni mortali come noi. A raccontarlo è proprio Ambra Angiolini, la quale è testimonial della legge regionale sui disturbi alimentari quali anoressia e bulimia. La stessa attrice è stata affetta da bulimia che definisce come “il cancro dell’anima”.

La brutta esperienza di Ambra Angiolini

ambra angiolini

Per Prima bisogna riconoscere di essere malati. Poi invece rendersi conto di aver bisogno di aiuto e, come terzo passo, bisogno capire dove andare. “È difficile gestire una malattia come questa, un cancro dell’anima: non c’è una lastra, un esame del sangue per diagnosticarlo”. Proprio spinta dal suo vissuto, la Angiolini ha preso una decisione importante. Così è divenuta testimonial della legge regionale per la lotta ai disturbi della nutrizione e dell’alimentazione.

Questa legge è stata accolta a pieni voti nel Consiglio Regionale della Lombardia, dopo aver accettato l’invito della relatrice e vicepresidente della commissione Sanità Simona Tironi. I disturbi legati all’alimentazione sono costantemente in crescita e si stanno diffondendo sempre più soprattutto tra le giovani ragazze. La pandemia ha avuto un impatto anche in questo ambito, amplificando sempre più un senso di solitudine ed inadeguatezza.

I numeri dei casi registrati all’ospedale San Raffaele è raddoppiato nell’ultimo semestre. Tale disturbo ha interessato soprattutto studenti tra i 14 ed i 15 anni. Il Presidente del Consiglio Regionale, Alessandro Fermi, ci tiene a sottolineare. Un + 30% ha registrato questo problema, un male che diventa sempre peggiore con il passare del tempo.

Ambra Angiolini fa da testimonial ad una legge creata appositamente per dare vita ad una rete di prevenzione onde evitare il continuo incremento di disturbi alimentari. Ma anche per poter aiutare tutti coloro che purtroppo risultano esserne già affetti da questo male.