Fiorella Mannoia, l’episodio di stalking pesantissimo: “È venuta a casa mia cercando di buttare giù la porta”

Fiorella Mannoia, parla di una vicenda veramente spaventosa. Le sue parole descrivono una vicenda di stalking drammatica 

 

Finalmente una bella notizia per Fiorella Mannoia che, da anni, stava combattendo contro la sua stalker. Dopo che è riuscita a risolvere la situazione, la cantante ha deciso di sfogarsi sui social. Sembra che Fiorella sia stata perseguitata per anni da una donna trentunenne romana la quale, in poco tempo, da fan si è trasformata in stalker.

Fiorella mannoia

A partire dagli appostamenti sotto casa durante i quali non sono mancati citofonate, squilli notturni fino ad arrivare a lettere ed sms. Messaggi in cui le venivano chieste le cose più assurde a partire da soldi fino ai biglietti per i concerti. Stremata dalla situazione, la cantante si è vista costretta a contattare una volante di polizia facendo così arrestare la sua persecutrice.

È questa la storia di una follower che, in poco tempo, ha trasformato la sua passione per Fiorella Mannoia in una vera e propria ossessione. Ossessione che l’ha portata a presentarsi a casa della cantante nella notte tra lunedì e martedì. In quell’occasione ha citofonato a lungo e ha cercato di sfondare la porta. Non è questa la prima volta in cui Fiorella Mannoia si trova di fronte a comportamenti persecutori della donna.

Lo stalking ai danni di Fiorella Mannoia

Fiorella mannoia

Questa volta però la cantante si è trovata costretta a contattare la polizia, in quanto la situazione era diventata del tutto insostenibile. Per anni Fiorella Mannoia ha dovuto sopportare le persecuzioni della donna che nasce come sua fan e che, poco alla volta, si trasforma in una vera e propria stalker. Già lo scorso anno era scattato per lei un divieto di avvicinarsi e di comunicare con l’artista.

Si tratta di una misura che è durata per sei mesi. Ma sembra che questo provvedimento non abbia per nulla bloccato il suo comportamento persecutore che è ripreso appena conclusi i 6 mesi. Inoltre è possibile affermare che, con il passare del tempo, La situazione è peggiorata sempre di più al punto da andare ad infastidire anche la sua famiglia. A partire dalla nipote fino alla sorella senza dimenticare i vicini di casa dell’artista.

Nonostante la situazione così difficile, per diverso tempo, Fiorella Mannoia non ha voluto condividere ciò che le stava accadendo. Anche se, a seguito dell’arresto, ha deciso di denunciare tutto sui social. Ecco le sue parole: Sono anni che cerco di arginare questa sua ossessione, non c’entrano i concerti, né i biglietti, eccetto il giorno in cui è venuta a casa mia cercando di buttare giù la porta, non me li aveva mai chiesti”.

“La sua ossessione era entrare nella mia vita”. Sono queste le situazioni che molto spesso gli artisti vivono e che non sempre sono facili da gestire. Infatti anche Fiorella Mannoia, donna dal carattere mansueto e tollerante, è arrivata al limite al punto da chiedere l’aiuto delle forze dell’ordine. Le quali hanno poi arrestato la sua persecutrice.

Continua il suo sfogo su Facebook affermando che sono episodi dolorosi e che mettono molta paura. Inoltre racconta che non volveva assolutamente che si venisse a sapere, visto che è un disturbo. Poi conclude dicendo che le dispiace moltissimo per tutti coloro che si sono trovati di fronte questa situazione.