Raffaella Carrà, dopo la morte spunta il retroscena: “Un mese fa…”

Raffaella Carrà, icona di stile, e regina della televisione italiana, ci ha lasciato più di un mese fa. La sua morte ha sconvolto tutta Italia che ancora oggi non riesce a crederci che una donna come lei non appartenga più a questo mondo. Ma un retroscena svela un’indizio sulla causa della sua dipartita. Ecco di cosa si tratta.

Raffaella Carrà, regina della televisione italiana che ha affascinato con la sua eleganza e al sua immancabile ed iconica risata milioni di generazioni che l’hanno amata ci ha lasciato lo scorso 5 luglio senza che nessuno sapesse delle sue condizioni di salute.

Raffaella Carrà indizio Morte
Raffaella Carrà (WebSource)

Un grave lutto per il mondo della televisione italiana e spagnola e per i suoi fan di tutto il mondo che ancora oggi non riescono a credere che la divina Raffaella non ci sia più.

La donna è morta alla Clinica Villa del Rosario di Roma a causa di un tumore ai polmoni. Prima di passare all’altro mondo la donna era stata ricoverata al Policlinico Gemelli. La Carrà ha voluto tenere tutto in gran segreto per farsi ricordare dai suoi ammiratori come la donna piena di vitalità e di gioia e di non far vivere anche a loro il calvario che ha dovuto passare.

Era seguita dal professore Paolo Marchetti, uno degli oncologi più apprezzati della capitale.

Raffaella accanto a sé non ha voluto nessuno se non i suoi famigliari e le persone più care tra cui Sergio Japino.

L’indizio scoperto da Milly Carlucci sulla morte della Carrà

Raffaella Carrà morte inidizio
Milly Carlucci ricorda Raffaella Carrà (WebSource)

Raffaella Carrà è morta a seguito di un carcinoma. Lo stesso che anni prima ha portato via sua madre nel 1987.

Milly Carlucci, ha svelato che qualcosa che non andava c’era da aspettarselo quando la conduttrice aveva invitato la Carrà come ospite per la seconda stagione del Cantante Mascherato.

“Avevamo pensato fosse all’estero “- dichiara la Carlucci – “Che non voleva far sapere a nessuno cosa stava facendo, invece la cosa che non voleva far sapere era quello che stava passando. Avevamo cominciato a scriverci ma un mese prima della sua morte ha cominciato a non rispondere più“.

“Avevamo capito che c’era qualcosa che non andava” – continua la Carlucci – “Lei è sempre stata puntualissima e non se la tirava. Era un antidiva. Rispondeva sempre ad ogni richiesta che le veniva posta sia che accettasse che rifiutasse. Era un segnale, ma non potevamo immaginarci quello che sarebbe successo. La morte di Raffaella è stata una grave perdita per tutti“.