Raz Degan, il dramma lacerante: “Il cancro lo ha ucciso”

Il bel modello israeliano distrutto dal dolore, non riesce a darsi a pace per la disgrazia avvenuta

Raz Degan, il “bello e impossibile” della televisione italiana, nasconde in realtà un animo molto sensibile. In Italia diventa famosissimo dopo essere apparso sulle copertine delle più importanti riviste di moda come VogueElleCosmopolitan e Glamour. Poi è il protagonista di vari spot televisivi pubblicitari. Nella sua carriera di attore ha preso parte ai film Alexander di Oliver Stone e Centochiodi di Ermanno Olmi

Raz Degan ha partecipato anche a diversi reality show. Nel 2010 è stato uno dei ballerini del programma Ballando con le stelle, in onda su Rai1, mentre nel 2017 ha vinto la dodicesima edizione de L’Isola dei famosi, in onda su Canale5. Ultimamente lo abbiamo visto in una puntata della serie tv Lolita lo Bosco e sta iniziando ad occuparsi di regia. Ha anche realizzato diversi documentari in giro per il mondo. Il suo nome però è legato alla lunga relazione che ha avuto con la soubrette Paola Barale. I due sono stati infatti fidanzati dal 2002 fino al 2015, vivendo un grande amore, fatto di ritorni di fiamma e dolorosi addii.

Il grande dolore del sex simbol della televisione italiana

Tutti però siamo uguali di fronte al dolore. Ricchi e famosi oppure poveri e brutti, quando subiamo un grave lutto il dolore è lo stesso. Un familiare, un amico, qualcuno a cui siamo legati, quando vengono a mancare proviamo un vuoto incolmabile che difficilmente riusciamo totalmente a rimarginare. E’ la stessa sensazione che sta provando il bel Raz. Se da fuori mostra degli occhi di ghiaccio che hanno fatto perdere la testa a molte ragazzine, dentro è una persona che soffre e combatte la vita come tutti.

Quest’anno l’ho seppellito sotto a un albero di quercia” – cosi ha confidato in televisione, riferendosi a quello che definiva il suo migliore amico. Lui è Max, un bellissimo labrador che era da moltissimo tempo al suo fianco. Si erano incontrati nel 2008 e da allora non si erano più separati. ​”Max aveva solo otto anni, era troppo giovane per morire“, ha spiegato Raz. “Gioia e vita della casa, è morto dopo aver combattuto contro il cancro negli ultimi tre mesi. Il dolore e la perdita non possono essere descritti a parole. Sono grato di aver ricevuto così tanto amore in questa vita. Ciò che il cancro non può fare è bloccare l’amore, mandare in pezzi la speranza, corrodere la fede, distruggere la pace, uccidere l’amicizia“.