È morto Charlie Watts, il batterista dei Rolling Stones

Lo storico batterista dei Rolling Stones, Charlie Watts, si è spento in data odierna al termine di una dura battaglia

Avvicinatosi al mondo della musica fin da ragazzo, Charlie Watts è entrato a far parte della famosissima rock band nel 1963, unendosi ai già presenti Mick Jagger, Keith Richards, Bill Wyman e Brian Jones.

 

Charlie Watts (Instagram)

Il gruppo britannico è senza alcuna ombra di dubbio uno dei più celebri della storia discografica mondiale. Ancora oggi, a distanza dai quasi sei decenni, la band risulta essere attiva ed impegnata in diversi progetti.

Mentre il loro ultimo album è uscito nel 2016, il quale prende il titolo di “Blue e Lonesome”, contente alcune cover di vecchi brani blues, nel prossimo futuro Jagger e compagni partiranno con un nuovo tour. Purtroppo, però, Watts non potrà essere al loro fianco, essendo deceduto appena qualche ora fa.

Il duro lutto che ha colpito i Rolling Stones

Gli innumerevoli fan del gruppo sono venuti a conoscenza della tragica notizia grazie ad una nota ufficiale pubblicata dal suo addetto stampa.

Il triste messaggio recita: “È con immensa tristezza che annunciamo la morte del nostro amato Charlie Watts. È morto pacificamente in un ospedale di Londra oggi, circondato dalla sua famiglia”.

Subito dopo, l’annuncio prosegue in questo modo: “Chiediamo gentilmente che la privacy della sua famiglia, dei membri della band e degli amici intimi sia rispettata in questo momento difficile”.

Charlie Watts (Instagram)

Nei primi giorni del mese di agosto il batterista aveva già preso la decisione, sotto forte consiglio dei medici, di non prendere parte al prossimo tour negli Stati Uniti dei “Rolling Stones”. Purtroppo però, le sue condizioni di salute si sono ulteriormente aggravate, rendendo inutile il disperato intervento al cuore messo in atto poche ore prima della sua definitiva dipartita.

Già nel 2014 aveva fatto preoccupare i suoi affetti più cari a causa di un cancro alla gola, che per fortuna è riuscito a scoprire in tempo. Questa volta invece non ce l’ha fatta, lasciando un vuoto enorme nel cuore di milioni di fan. All’età di ottanta anni infatti, si è spenta una vera e propria leggenda della musica rock mondiale.