Monica Bellucci, il triste retroscena dal medico: “Un carcinoma microscopico al polmone”

La bellissima attrice italiana ha confessato un triste retroscena di venne a conoscenza. Ecco di che si tratta

Nata in Umbria a Città di Castello nella prima metà degli anni sessanta, la Bellucci è una delle attrici più famose ed influenti del nostro Paese. Diverse sue interpretazioni sono rimaste nella storia del cinema, grazie senz’altro al suo smisurato talento nel campo della recitazione.

 

Monica Bellucci (Instagram)

La sua carriera è partita dal mondo della moda, dove è riuscita a sfondare in breve tempo, calcando le principali passerelle in giro per il mondo, da Milano a New York passando per Parigi. Tra i brand maggiormente noti per cui ha sfilato troviamo Fendi, Dolce e Gabbana e altri ancora, mentre è stata testimonial di aziende del calibro di Dior e Cartier.

Nel 1991 è arrivato il suo esordio sul grande schermo con la pellicola intitolata “La riffa”. Successivamente, con il passare del tempo, il suo nome è diventato ricercatissimo da decine di registi famosi, i quali l’hanno chiamata a prendere parte alle riprese di molti film di grande successo.

Il doloroso retroscena svelato da Monica Bellucci

Attraverso un’intervista concessa a “Ok Salute e Benessere”, Monica ha parlato del suo rapporto con la medicina, rivelando al tempo stesso alcuni retroscena del passato.

Innanzitutto ha affermato di aver compreso l’importanza della prevenzione, essendosi decisa a sottoporsi a dei test come ad esempio la Pet: “Ci ho messo un po’ per decidermi, lo ammetto, perché non è facile l’idea di farsi leggere dentro e di trovare, magari, qualcosa che non va. Ma bisogna avere il coraggio di affrontare la situazione”.

In seguito invece, la Bellucci ha ricordato il periodo della sua gravidanza: “Sono andata in una clinica parigina per un’ecografia tridimensionale, e ho visto una cosa meravigliosa: l’immagine di mia figlia Deva”.

Monica Bellucci (Instagram)

Insieme al dottore che la stava visitando, l’attrice ha avuto modo di vedere con i suoi occhi i progressi della scienza: “Mi ha portato nel reparto di medicina nucleare. Mi ha mostrato il macchinario che grazie ai positroni aveva diagnosticato a una sua paziente un carcinoma microscopico al polmone. E l’aveva salvata”, ha raccontato Monica durante il corso della suddetta intervista.

Dopo aver sottolineato nuovamente quanto sia importante per lei la salute, la cinquantaseienne ha concluso dicendo di fare molta attenzione agli eccessi e che, quando ne ha la possibilità ed il tempo, cerca di fare un po’ di sana attività fisica.