Terence Hill, da attore di successo al logorante dramma: l’orrenda morte del figlio

Conosciuto per le sue scazzottate nei film insieme a Bud Spencer, uomo mite e generoso nella sua vita ha affrontato successi e drammi

Mario Girotti, ma per tutti Terence Hill o al massimo Don Matteo, è sempre stato legato indissolubilmente al grande Bud Spencer. Con lui, bambini e adulti hanno sognato e riso vedendo i loro film. Epiche scazzottate, battute fulminee e dialoghi surreali sono sempre stati il marchio di fabbrica dei due attori. Secondo di tre figli, madre tedesca e padre italiano, ancora piccolissimo si trasferisce con i genitori in Sassonia, fuggendo dai bombardamenti della guerra. La famiglia poi si trasferisce a Roma e Mario inizia a praticare il nuoto. Nelle piscine il destino gli fa incontrare colui che sarà il suo compagno di vita, Carlo Pedersoli, che gareggia per la sua stessa squadra.

terence hill

Ma la fortuna e il successo arrivano quasi per caso. A 12 anni, durante una gara di nuoto, Dino Risi che sta cercando cinque ragazzini per il suo film “Vacanze col gangster”, lo nota e lo prende con sé. Poco dopo Luchino Visconti, uno dei massimi registi italiani del momento, lo vuole nel film “Il Gattopardo“. Il vero successo però arriva quando inizia a far coppia con Carlo Pedersoli. Anche qui grazie a un colpo di fortuna. Terence sostituì infatti l’infortunato Peter Martell in Dio perdona…io no! e fu scelto per recitare in Lo chiamavano Trinità soltanto dopo il rifiuto di Franco Nero. Da lì in poi nacque l’indissolubile coppia con Bud Spencer.

Il gravissimo dramma che ha vissuto, ne soffre ancora oggi

Insieme a Bud Spencer arriveranno tanti successi, tra cui Dio perdona… io no!Lo chiamavano Trinità…Io sto con gli ippopotamiAltrimenti ci arrabbiamoI due superpiedi quasi piatti. A partire dal 2000, è stato protagonista delle fortunate fiction Rai Don Matteo, in onda fino al 2018, e Un passo dal cielo, oltre che di altre miniserie di grande successo come. Terence Hill ha ricevuto il David di Donatello alla carriera nel 2010, insieme a Bud Spencer, e nel 1999 i due attori compaiono ai primi due posti della classifica della rivista Time riguardante gli attori italiani più famosi al mondo.

I grandi successi di Terence non cancellano il dramma che ha vissuto. Sposato con Lori Zwicklbauer nel 1967, due anni dopo hanno una figlia, Jess. Poi decidono di far entrare nella loro famiglia Ross. Al ritorno da una cena in famiglia, Ross si stava dirigendo in direzione del college dove studiava, quando ad un certo punto ha avuto un incidente in auto. L’urto è stato causato da una lastra di ghiaccio che per il troppo freddo si era creata a terra e aveva fatto sbandare Ross facendolo finire contro un albero, uccidendolo. Per Terence inizia cosi un calvario di sofferenza e depressione da cui fatica a tirarsi fuori. Solo dopo anni ricomincerà a lavorare, diventando per tutti “Don Matteo“. Anche rimarrà per sempre legato a “Trinità” e a Bud Spencer.