Se avete questa moneta da 2 euro siete ricchi: vale come una macchina

Al mondo esistono tantissime monete rare: ecco quanto vale questa

Da quando in Europa è entrato in vigore l’euro, sono state coniate tantissime monete e alcune solo per un periodo di tempo definito, magari per festeggiare un anniversario o una ricorrenza. In questi casi la moneta che viene modificata è quella più grande, ovvero quella da 2 euro.

 

Moneta 2€

Ovviamente, a seconda del Paese cambiano le figure dietro al denaro, che siano euro o centesimi. Come sappiamo, sulle nostre monete italiane troviamo raffigurati Dante, l’uomo di Leonardo e l’imperatore Marco Aurelio per le valute più alte. Seguono l’opera di Umberto Boccioni, la Venere di Botticelli, il Colosseo, la Mole Antonelliano e Castel del Monte.

In occasione di eventi speciali, il simbolo dietro la moneta da 2 euro viene momentaneamente cambiato. Ma quanto vale questa?

Moneta da 2 euro, valore altissimo?

Negli ultimi 20 anni tantissimi eventi importanti hanno spinto le Zecche di varie nazioni a modificare per un determinato lasso di tempo le proprie monete. In Italia, per esempio, la moneta da 2 euro è stata cambiata nel 2006 per le olimpiadi invernali di Torino e in occasione degli anniversari delle nascite di Boccaccio e Petrarca.

In Città del Vaticano, per esempio, la moneta cambia ogni volta che un nuovo Papa sale al potere e questo significa che, dall’emissione dell’euro, circolano ben tre monete da 2 euro vaticane diverse.

Anche la Grecia ha emesso parecchie volte un disegno diverso. Di solito, quella da due euro raffigura il mito della principessa Europa che, secondo la leggenda, fu rapita da Zeus trasformatosi in toro. Più volte, inoltre, ha stampato versioni celebrative: in occasione delle olimpiadi estive di Atene nel 2004 o nel 2010 per ricordare l’anniversario della battaglia di Maratona. La più recente risale al 2019 e mostra il volto del poeta Andrea Kalvos e celebra i 150 anni dalla sua morte.

Ma quanto conta precisamente questa moneta in foto? Sembrerebbe esserci un errore nel disegno che ne aumenterebbe notevolmente il valore.

Della moneta del 2002 che raffigura il rapimento di Europa esistono due versioni, una con una “S” incisa nella stella centrale e una senza. Molti dicono che la mancanza o la presenza della lettera determini il suo valore ma in realtà non è così. La “S” indica semplicemente che quella moneta è stata coniata dalla Zecca finlandese e non da quella greca, che già allora aveva problemi economici molto gravi. Le monete che valgono tantissimo sono quelle che presentano degli errori, ma questo non lo è.