Roberto Bolle, la rivelazione sul momento distruttivo: “mi stavo rovinando”

Roberto Bolle ha raccontato di aver passato un momento che ha rischiato di distruggere il suo fisico per via di alcuni suoi comportamenti sbagliati. Ecco cosa faceva.

Roberto Bolle è un ballerino molto amato ed apprezzato in Italia e all’estero e primo ballerino in assoluto ad essere nello stesso momento sia Étoile sia della Scala di Milano e sia Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York.

Roberto Bolle distrutto
Roberto Bolle (WebSource)

Nato a Casale Monferrato a dodici anni entra nella scuola dell’Accademia Teatro alla Scala dove viene notato da Rudolf Nureyev che lo sceglie per interpretare Tadzio in Morte a Venezia, ma gli viene vietata l’occasione per via della sua giovane età.

Nel 1996 dopo aver ballato in Romeo e Giulietta viene nominato primo ballerino. Da quel momento la vita di Roberto Bolle è impegnata in balletti sia classici che moderni dove viene diretto da registi di natura diversa.

Nel 1999 riceve il premio Gino Tani per il suo contributo alla diffusione dei valori della danza e del movimento e l’anno successivo viene premiato con il Pentagramma d’oro del Premio Galileo 2000.

Nel 2004, invece, danza sul sagrato di Piazza San Pietro, in occasione della Giornata mondiale della Gioventù, davanti agli occhi di papa Giovanni Paolo II. Nel 2006 danza all’apertura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino.

Nel 2008 crea e si esibisce nel Roberto Bolle and friends sul sagrato del duomo di Milano e in Piazza del Plebiscito a Napoli.

Per quanto riguarda la sua vita privata, il ballerino ha sempre voluto mantenere un serto riserbo su questo argomento anche se nel 2015 è stato paparazzato in compagnia del chirurgo Antonio Spagnolo. Quest’ultimo in un’intervista ammise la loro relazione.

Roberto Bolle ha replicato spiegando che non se la sente di spiattellare la sua vita privata ne confermare una sua presunta omosessualità dichiarando inoltre di odiare l’etichetta sociale che vede nell’immaginario il connubio ballerino-gay.

In seguito il danzatore è stato beccato assieme a Marco Mengoni e ad un uomo misterioso.

Il comportamento distruttivo di Roberto Bolle

Roberto Bolle distrutto
Roberto Bolle (WebSource)

In un’intervista, Roberto Bolle, ha dichiarato di aver rischiato di distruggere il proprio corpo a causa di un suo comportamento sconsiderato.

Tornavo a casa stanchissimo e non ce la facevo a mettermi ai fornelli” – afferma il ballerino – “Per anni ho mangiato cibi precotti e brioche, ma questo tipo di alimentazione mi stava rovinando. Ad un certo punto ho capito che non dovevo più essere schiavo della stanchezza e dello stress. Passavo tutto il tempo a sgranocchiare snack“.