Adriana Volpe, la scoperta del tumore maligno in famiglia: “Le diagnosticò un melanoma”

La bella presentatrice confessa una delle sue più grandi sofferenze che ha dovuto sopportare. Ancora oggi la paura è tanta. Ecco di cosa si tratta

Bella e sorridente, Adriana Volpe è uno di quei volti che sicuramente mette buon umore. Sarà questo il segreto del suo successo in televisione, che ormai dura da moltissimo tempo. Ha iniziato la sua scalata al successo partecipando al film di Carlo Verdone “Viaggi di nozze”. Poi il salto come conduttrice, con le trasmissioni mattutine di Rai2 “I fatti vostri” e “Mezzogiorno in famiglia“, insieme a Giancarlo Magalli. Ultimamente è stata una delle protagoniste del reality Pechino Express ed è stata anche scelta come concorrente del Grande Fratello Vip 4. 

Adriana Volpe

Ormai affermata, Adriana dal 2020 è la protagonista del nuovo programma “Ogni mattina” su Tv8, insieme ad Alessio Viola. Una vita sempre movimentata, sia sul lavoro che nella vita privata. Dopo varie storie non proprio finite a lieto fine, sembrava aver trovato l’amore con Roberto Parli. Insieme hanno una figlia, Gisele, ma questo non è bastato purtroppo a far continuare a vivere la loro relazione.

Adriana e quella brutta esperienza in famiglia, ora anche lei è preoccupata

Subire brutti drammi in famiglia non è mai facile. Lo sa bene Adriana, che ha dovuto vedersela con tante preoccupazioni. Una di queste esperienze l’ha vissuto proprio in famiglia, mai se lo sarebbe aspettato. Il fatto riguarda sua nonna. “Facendo la doccia intravide nello specchio uno strano neo sulla schiena – ha spiegato Adriana – “Chiamò mia madre, ma lei minimizzò, promettendole che al più presto sarebbero andate a fare una visita di controllo“. Purtroppo quello che successe dopo non fu affatto piacevole.

Il dermatologo le diagnosticò un melanoma e la operò in pochi giorni. “Le fu asportata quella macchia scura e i tessuti circostanti fino a dove il tumore maligno della pelle poteva averli danneggiati” – ricorda con fatica Adriana. Da allora però anche lei è rimasta scioccata da questo dramma e ha iniziato a preoccuparsi del fatto che queste patologie potessero essere ereditarie. “Mi faccio analizzare i nei, che possono riservare brutte sorprese. Sotto osservazione anche quello che da sempre spicca sulla mia guancia destra. Per me oggi non è più un semplice vezzo, ma una minaccia. È il fattore ereditarietà a farmi paura“.