Terence Hill, la malattia dopo la morte del figlio: lo stop forzato dell’attore

Il grande attore confessa un periodo di grande difficoltà che ha vissuto dopo la perdita del figlio che amava tanto. Ecco cos’è che non tutti sanno. 

Il dolore per la perdita di persone che amiamo può essere tanto straziante da far pensare che non ci si riuscirà a riprendere più. E’ quello che è successo a Terence Hill, l’attore che tutti ricordiamo sempre in coppia con il mitico Bud Spencer. Tutti dobbiamo a questa grande coppia del cinema un qualcosa. Ci hanno fatto ridere e divertire con i loro film, le loro epiche scazzottate, ma anche riflettere e pensare. Mario Girotti, questo il vero nome di Terence, inizia la sua carriera come attore con il grande Dino Risi che lo fa debuttare nel suo film “Vacanze col gangster“.

 

Terence Hill

Ma il successo vero che Terence conoscerà, arriva con i film in coppia con Carlo Pedersoli. “Dio perdona… io no!”, “Lo chiamavano Trinità…“, “Io sto con gli ippopotami”, “Altrimenti ci arrabbiamo“, “I due superpiedi quasi piatti”, sono solo alcuni dei titoli di indimenticabili capolavori che tutti noi portiamo nel cuore. Una seconda giovinezza arriva poi con la fiction Rai “Don Matteo“, quando veste i panni di un prete-detective. Terence Hill ha ricevuto il David di Donatello alla carriera nel 2010, insieme a Bud Spencer: un riconoscimento dovuto alle loro carriere entusiasmanti e ai loro film che hanno fatto compagnia a tanti.

Terence e il difficilissimo momento: temeva di non riprendersi

Terence Hill

La vita di Terence non è stata sempre facile. Anzi, spesso ha dovuto fare i conti con tante sofferenze che lo hanno davvero messo alla prova. Fortunatamente c’è stato sempre chi lo ha sostenuto. Si tratta di Lori Zwicklbauer, la sua compagna dalla quale ha avuto due figli: Jess Hill nel 1969 e, grazie all’adozione, Ross Hill, nato nel 1973. Proprio Ross è stato vittima di un incidente stradale nel 1990, quando rientrava a casa nel Massachusetts. Una lastra di ghiaccio lo ha fatto sbandare, provocando la tragedia.

Quel tremendo avvenimento ha causato in Terence una dolorosissima depressione. I due erano molto uniti. Con il figlio infatti aveva girato “Renegade – Un osso troppo duro” e stava preparando il personaggio di Billy the Kid per la serie tv “Lucky Luke”. La morte del figlio lo ha talmente devastato che non ha più recitato per 10 anni. Fortunatamente il trasferimento in Italia ha portato nuovi orizzonti per Terence. Nei primi anni del 2000 infatti è tornato sugli schermi con la fiction “Don Matteo”.