Home Gossip e Spettacolo Christian De Sica, la triste condizione fisica che l’ha devastato: “Mi sono...

Christian De Sica, la triste condizione fisica che l’ha devastato: “Mi sono massacrato”

Christian De Sica ha rivelato di aver avuto un problema fisico da ragazzo che gli ha dato molti problemi. Ecco di quale si tratta.

Christian De Sica, è uno degli attori più completi e brillanti che il cinema italiano abbia mai avuto. Figlio dell’insostituibile Vittorio De Sica,  ha collezionato numerosi successi cinematografici alcuni dei quali diventati dei veri e propri cult della commedia italiana.

De Sica problema fisico
Christian De Sica (WebSource)

L’uomo è molto amato dai suoi fan e non si sottrae quasi mai per una stretta di mano o una foto, facendo di lui uno degli artisti più umili del nostro paese.

Dotato di talento anche per il canto, l’attore ha preso parte a molte commedie italiane, ricoprendo ruoli divenuti storici al fianco di colleghi che negli anni ottanta hanno contribuito successo di questo filone cinematografico . Tra i tanti ricordiamo: Jerry Calà, Claudio Amendola, Lino Banfi e per finire Massimo Boldi.

Con quest’ultimo De Sica ha vissuto un periodo d’oro dato grazie al sodalizio lavorativo ottenuto nei cinepanettoni. I due non si sono rivolti la parola a seguito di un incomprensione avvenuta nel 2005 poi chiarita nel 2018 quando sono tornati sullo schermo con il film campione di incassi Amici come prima.

Sposato con Silvia Verdone dal 1980, sorella dell’attore e regista Carlo Verdone, la coppia ha avuto due figli, Brando, regista e attore che segue le orme del padre anche se un po’ più in sordina e Maria Rosa, costumista.

Christian De Sica confessa: “Una lotta infinita…”

Christian De Sica problema fisico
Christian De Sica (WebSource)

Christian De Sica, ha passato al sua infanzia  in Via Severaro a pochi passi da Piazza Bologna. All’epoca il quartiere, che nasce vicino alla Stazione Tiburtina, era considerato per ricchi, infatti tra i vicini di casa dell’attore c’era Aldo Fabrizi.

Adesso, il quartiere è stato inglobato da elementi meno aristocratici ma si è ravvivato di gente, colori e culture e da oltre trent’anni vive in Via Aventina, in un villino progettato da Andrea Busiri Vici, discendente di una dinastia di architetti rinomati della capitale.

In una recente intervista, l’attore ha dichiarato di aver avuto un problema fisico quando era poco più di un bambino per via del suo peso.

Quando avevo 12 anni pesavo 105 chili” – ha dichiarato l’attore – “Fra i sette e gli otto ero talmente magro che per forzarmi a mangiare mi hanno rimpinzato di calcio e di ferro. Risultato? Una fame nera e l’inizio della mia lotta infinita con i chili di troppo.
Io, che per natura girerei con addosso un kaftano lungo fino ai piedi, libero di trascinarmi un girovita smisurato, sono costretto dal mestiere di attore a violentare la mia gola, ad abolire la teglia di lasagne a pranzo e a cena. In questo continuo sali e scendi della mia vita, ho visto una marea di dietologi e un paio di medici sudamericani che mi facevano i bendaggi con le pezze fredde”.