Patty Pravo, il dramma della malattia: “Uno stato di totale incoscienza”

La cantante ha dovuto affrontare una grandissima sofferenza: un periodo davvero tremendo che l’ha profondamente segnata. Ecco di cosa si tratta

Nicoletta Strambelli, per tutti Patty Pravo, negli anni 70 era conosciuta anche come “la ragazza del Piper”. Una icona di quegli anni, dove la donna cercava in tutti i modi di uscire da uno stato di scarsa considerazione da parte della società. Patty è una di quelle artiste che ha aiutato molto le donne ad affermarsi e a credere in se stesse, cosa che in quegli anni non era facile. Non ha mai avuto paura di esprimere le sue opinioni, molto scomode per l’epoca, ad esempio su aborto e divorzio.

 

Da sempre molto apprezzata da tutti, Renato Zero ha confessato di preferirla addirittura alla cantante Madonna. Il successo per lei arriva negli anni 60 con “La bambola”, una canzone che all’epoca fece molto discutere e verso cui anche lei ha avuto molto da dire. Poi il successo continua con “Pazza idea” e la partecipazione a vari Festival di Sanremo. L’affascinante cantautore Jacques Brel dirà che Patty è stata l’unica donna a ricevere i suoi fiori. Un episodio molto bello che l’ha fatta riconoscere come star internazionale. 

Patty e la battaglia contro la malattia: ha resistito e ha combattuto

Patty Pravo malattia

73 anni, la vita di Patty è stata (ed è ancora) piena di sorprese, alti e bassi, successi e sconfitte. Una vita lunghissima, quasi infinita, che è stata un esempio per moltissime donne. Purtroppo quando si è un personaggio di successo non sempre si riesce a gestire la fama e la popolarità. Anche chi è famosissimo rimane pur sempre una persona come tutte le altre, con le stesse ansie e debolezze. Lo sa bene anche Patty, che ha dovuto affrontare periodi molto complicati durante sua vita.

Patty infatti è stata colpita da una malattia molto subdola. Ha vissuto infatti lunghi periodi di depressione, con attacchi di panico e ansia. Un periodo che non ricorda con facilità: “Non riuscivo più a respirare. Non capivo niente, ero in uno stato di totale incoscienza” – ha infatti detto Patty in alcune interviste. “Ricordo che mi sono detta: Basta, è finita. Ho creduto di morire” – questo è il racconto di un suo attacco di panico. “Non dormivo più, i farmaci erano come acqua, la sera salivo sul palco divorata dalla stanchezza e dall’ansia“. Questa situazione l’ha portata per molto tempo lontano dai palchi e dalla musica. Poi un giorno ha trovato la forza di reagire e di ricominciare a vivere: volere è potere.