Antonella Elia, la traumatica esperienza con la malattia: “Mi ha segnata”

La showgirl spiega cosa ha provato durante il periodo più duro della sua vita: una sofferenza davvero tremenda che ancora oggi ricorda con fatica.

Sempre allegra e sorridente: siamo abituati cosi a vedere Antonella Elia, una vera e propria “peperina” che passa da un programma tv all’altro regalando spensieratezza. Anche lei però ha dovuto affrontare una vita non sempre facile. Rimane infatti orfana dopo che anche il padre muore in un incidente stradale: la madre era precedentemente scomparsa quando Antonella era piccolissima. Una infanzia passata con i nonni, che però anche loro la abbandoneranno presto.

 

antonella elia

Dal carattere combattivo, Antonella non si è mai lasciata scoraggiare. Tiene duro infatti fino a alla svolta nel 1990 quando è la valletta di Corrado nel programma “La corrida” . Poi ha la fortuna di lavorare affianco a un altro grande della tv: insieme a Raimondo Vianello conduce il programma sportivo “Pressing” . Fino a diventare la valletta di Mike Buongiorno a La Ruota della Fortuna. Decide quindi di andare a Los Angeles per studiare recitazione: però ritorna in Italia per partecipare all’Isola dei famosi nel 2004. Con Flavio Insinna nel 2011 ora è lei a condurre il programma che l’ aveva lanciata, cioè “La corrida”

Antonella e la battaglia che l’ha travolta

Antonella ha continuato ad affrontare le difficoltà della vita con una forza d’animo fuori dal normale. Non si è mai tirata scoraggiata, neanche quando nel 2016 ha scoperto di avere un tumore. “Una bomba che ti può esplodere da un momento all’altro”, mi dissero. Sono stata operata con l’asportazione di un quadrante al seno” – ha raccontato la showgirl – “Sono squartata, una mutilazione che mi ha segnata per sempre, che mi ha colpita nella mia femminilità”, ha confidato la showgirl

Antonella ci tiene sempre anche a sottolineare che non c’è da vergognarsi di essere malati: “La diagnosi precoce può salvare la vita: la prevenzione, la mammografia, lo screening sono fondamentali, ed io che ne sono uscita sono qui per testimoniarlo”. La showgirl ricorda sempre anche una frase di un’altra persona che purtroppo non è stata fortunata come lei nella lotta a questa malattia: “Rivendico il diritto di parlare apertamente della nostra malattia, che non è esibizionismo né un credersi invincibili, anzi: è un diritto a sentirsi umani. Anche fragili, ma forti nel reagire” – queste erano infatti le parole di Nadia Toffa, sconfitta da un tumore poco tempo fa.