“Tra caschi, intubazione e macchine di respirazione”: Il dramma del ricovero di Gerry Scotti

Il conduttore Gerry Scotti ha raccontato del suo dramma dopo essere stato ricoverato in ospedale

Certamente Gerry Scotti è uno dei personaggi televisivi più amati nella televisione italiana. E’ noto soprattutto per i suoi quiz show, che vengono trasmessi solitamente all’ora di cena su Canale 5. Tutti adorano il suo modo di fare spontaneo e scherzoso, quindi tutti si sono spaventati quando è stato ricoverato in ospedale.

 

gerry scotti

Il famoso presentatore ha iniziato la sua carriera in radio fra gli anni ’70 e ’80, infatti la sua più grande passione era la musica e avrebbe voluto diventare un cantante o un dj. Non tutti sanno che nel 1986 si esibì addirittura al Festivalbar.

La sua popolarità è poi cresciuta a dismisura fra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90, quando il suo viso ha cominciato a entrare regolarmente nelle case degli italiani tramite il piccolo schermo. Noi tutti siamo affezionatissimi alla sua figura, quindi è ovvio che la notizia del suo ricovero ci abbia destabilizzati.

Gerry Scotti, il ricovero in ospedale

Sotto la sua maschera allegra e vivace, Gerry Scotti è una persona molto forte e coraggiosa, ma anche molto sensibile. Per esempio, non parla troppo spesso del suo primo matrimonio, ma una volta ha confessato di essersi vergognato per un po’ della sua fine. In particolare, aveva paura che il figlio Edoardo lo avrebbe guardato con occhi diversi.

Ovviamente non è successo niente di tutto ciò: padre e figlio sono legatissimi e fra di loro c’è un legame davvero speciale. Per questo il papà si è preoccupato molto quando qualche anno fa il suo ragazzo ha avuto un incidente stradale. Fortunatamente adesso sta bene, ed è circondato da persone che lo amano, come la compagna Ginevra Piola e la figlia Virginia.

Lo showman, invece, dopo la separazione da Patrizia Grosso, è felicissimo accanto a Gabriella Perino, con cui convive a Milano. Ma cosa ha rivelato sulla sua malattia?

gerry scotti

Il protagonista di Caduta Libera l’anno scorso è stato ospite a Verissimo e ha raccontato a Silvia Toffanin di quando è stato ricoverato a causa del covid. La situazione era molto difficile: “Quando sono andato a farmi controllare mi hanno detto che forse era meglio se mi fermavo lì. Ero in un reparto Covid, quindi l’atmosfera la puoi ben capire. Il più sano ero io, tutti gli altri avevano una forma anche molto più pesante, tra caschi, intubazione, macchine di respirazione“. Fortunatamente quel periodo è passato e ora sta benissimo.