Grazia, vedova di Lucio Battisti: dopo la condanna ecco cosa fa

Non tutti conosco la persona che è stata vicino al grande cantautore: erano una coppia molto affiatata, ma i problemi per lei non sono mai finiti

Ognuno di noi ha un ricordo legato a Lucio Battisti: uno dei più grandi cantautori italiani che ha segnato la storia della musica italiana. In coppia con Mogol hanno scritto le canzoni più belle che spesso canticchiamo e con cui siamo cresciuti. Dalle più sensibili e dolci come “Acqua Azzurra“, “Dieci ragazze“, “La canzone del sole“, “Emozioni” a quelle anche musicalmente più elaborate, come il disco “Anima Latina“. Lucio infatti ha sempre avuto a disposizione ottimi musicisti che hanno suonato nei suoi album.

 

Non solo un simbolo della canzone italiana, ma il simbolo di un’era, di una generazione. All’epoca i giovani si dividevano in chi ascoltava le canzoni disimpegnate e romantiche del cantautore e chi invece era più impegnato nelle lotte politiche e di conseguenza fuggiva da certe “canzonette”. Comunque la si pensi, Lucio continua a far sognare giovani e meno giovani: all’epoca faceva sognare anche molte donne che si invaghivano di lui. Molte infatti sono state le sue storie d’amore, vere o presunte. Quella che non tutti conoscono è però quella che ha avuto con Grazia Letizia Veronese.

Grazia, una vita con Lucio: ora però c’è altro con cui deve fare i conti

Autrice e compositrice anche lei, Grazia Letizia Veronese, è stata una delle “muse” di Lucio. I due si conobbero nel 1968 durante l’edizione di quell’anno del Festival di Sanremo. Tra i due fu un amore che nacque pian piano. Grazia, prima di Lucio, ebbe un’altra relazione con il cantautore Gian Pieretti. Con Lucio, Grazia ha avuto un figlio nel 1973, Luca Filippo Carlo nel 1973. Una storia d’amore intensa, che sbocciò quasi subito in una famiglia. Purtroppo Lucio è venuto a mancare prematuramente e da allora Grazia non ha mai più voluto parlarne.

Oggi, che ha 77 anni, vive in Brianza. La sua vita però è stata caratterizzata anche da alcuni guai giudiziari che l’hanno tormentata per anni. Grazia infatti è stata raggiunta da una condanna per calunnia a un anno e quattro (poi sospesa). Tutto è iniziato per una banale lite condominiale per due finestre interne che danno sulla scala comune nel condominio in cui la donna abitava con il cantautore. Le finestre, perché vecchie, erano state cambiate nel 2011: una vicina di casa però ha sostenuto che non era cosi, che invece le finestre non avevano problemi. Cosi, tra accuse di falsa testimonianza e calunnie, ora a farne le spese è la vedova di Lucio: deve infatti risarcire circa 3mila euro.