Platinette, il dramma devastante: “Ho perso mio figlio” | Lutto tremendo

Platinette decide di mettere a nudo una parte molto drammatica della sua vita. Una situazione tragica riguardo il figlio 

 

Sempre al centro dell’attenzione per la sua incredibile simpatia, esuberanza e particolarità. Maurizio Umberto Egidio Coruzzi, in arte Platinette, ci ha sempre fatti sorridere per il modo in cui ha saputo tenere banco all’interno di moltissime trasmissioni dei nostri palinsesti. Indimenticabili le sue presenze e le sue performance.

platinette il figlio

Ma dietro quel sorriso e quella simpatia innata, c’è anche un particolare dramma che ha segnato la sua anima nel profondo. Un dettaglio che non ha mai svelato prima fino a quando ad un non certo punto lo ha portato alla luce. Una rivelazione incredibile che non ci aspettavamo potesse accadere proprio a lui. Ma vediamo insieme di cosa si tratta.

Volto rinomato e storico nei nostri palinsesti TV, Platinette, ha raggiunto nel tempo un livello professionale incredibile. Il tempo gli ha dato modo di scoprire una versione di lui sempre più orientata a chi voleva essere in realtà. Difatti rappresenta la prima Drag Queen del nostro mondo dello spettacolo. Ha permesso infatti ai telespettatori di poter iniziare a pensare ed a vedere con occhi diversi la realtà dietro Mauro Coruzzi.

Il dramma vissuto da Platinette

platinette il figlio

Il suo orientamento sessuale, che prima teneva nascosto, poi piano piano ha preso piede mostrando la sua vera natura. Cosa che lo ha fatto amare in modo incredibile dal grande publico. Fra i tanti successi e gli obiettivi che ha raggiunto con molto successo, arriva per lui un momento molto traumatico. Ecco che poi decide di rivelare qualcosa che l’ha segnato nel profondo. Stiamo facendo riferimento a suo figlio. Era proprio il periodo in cui stava vivendo una forte crisi d’identità, relativa al suo orientamento sessuale.

Aveva 17 anni, e stava per diplomarsi. Ricorda che la sua ragazza dell’epoca, che usciva con il suo gruppo di amici, era rimasta incinta. Oltre quel particolare evento, per Platinette, quello significa il momento in cui ha dovuto prendere una delle decisioni più difficili della sua vita. “Eravamo due coppie e ogni tanto si usciva dal cosiddetto campo della normalità. Io e quest’altro ragazzo avevamo due fidanzate che però non sapevano che anche tra noi c’era una storia. Non era per la doppiezza, ma l’indecisione di non sapere cosa stavi diventando”.

A quel tempo, presero la decisione che all’epoca sembrava più sensata non essendoci neanche leggi particolari contro l’aborto. Tuttavia oggi non riesce a fare a meno di pensare a quel bambino che, se fosse nato, avrebbe oggi quasi 50 anni.

“Se fosse nato oggi avrebbe avuto 49 anni e si sarebbe ritrovato un padre che esce vestito come una battona di quinta categoria. Io ho un’esistenza molto faticosa: sono un borderline”Un dolore che traspare ancora oggi dalle parole di Platinette.