Eleonora Brigliadori, la confessione sul tumore affrontato: “Morta entro 6 mesi”

Eleonora Brigliadori ha vissuto un particolare momento della sua vita molto triste. Vediamo che cosa è accaduto 

 

Non è importante essere belli, famosi, molto seguiti e sempre al centro dell’attenzione mediatica. Cose come malattie e brutti eventi che possono accadere nella vita, non guardano in faccia nessuno. Che sia una persona comune, oppure una celerità, nessuno purtroppo è immune a questi episodi. E ciò è accaduto anche a Eleonora Brigliadori, come riporta il sito disinformazione.it.

eleonora brigliadori tumore

Difatti, è stata la protagonista di una diagnosi abbastanza importante che l’ha messa molto in ansia ed in stato di preoccupazione costante. Questo è dovuto anche dal fatto che, la madre e la nonna, hanno vissuto proprio la stessa identica esperienza. Quel giorno in cui arriva la diagnosi, le sembra di ritornare indietro nel tempo e di rivivere quel dolore per un’altra volta.

Difatti, solo al pensiero di sentire di nuovo parlare di chemioterapia e di medicinali, la sua mente ha iniziato a ripercorrere la drammatica vicenda vissuta con la madre e la nonna. Lei decide di non arrendersi, né alla malattia né alle cure che non riesce proprio a vedere di buon occhio. Pertanto, Eleonora Brigliadori, decide di procedere secondo la sua volontà.

Il retroscena confessato da Eleonora Brigliadori

eleonora brigliadori tumore

Siccome sua madre e sua nonna, nonostante il percorso che gli specialisti hanno consigliato loro, sono purtroppo morte a causa del cancro. Adesso, anche se il tumore ha attaccato anche lei, non ha certamente intenzione di fare il loro percorso. Ha affermato che, diverse cure, non fanno altro che portare ancora più dolore e più sofferenza. E quindi, che cosa ha deciso di fare Eleonora Brigliadori?

Praticamente nulla, ha atteso che la malattia se ne andasse in pratica da sola. E, incredibilmente, così è stato. Eleonora testimonia tutto questo, avendo anche rifiutato le chemioterapie. “Dopo tre anni il carcinoma che avevo al fegato è scomparso, è andato via quando il virus dell’epatite l’ha metabolizzato”. Si è affidata al cosiddetto sistema di autoguarigione, secondo la teoria di Hammer.

Questa spiega come, il corpo, sarebbe in grado di guarire in modo automatico da qualsiasi tipo di male compresi i tumori. Sempre seguendo questa teoria viene rivelato che il corpo, quando manifesta il tumore, è già in fase di guarigione. Invece, intervenire a livello medico, vuol dire bloccare la sua naturale azione contro la patologia.

Eleonora Brigliadori, oltre a non intervenire con nessun tipo di aiuto sanitario, ha comunque apportato delle modifiche alla sua esistenza. Primo su tutti la dieta, che ha completamente adattato al nuovo stile di vita, ed anche l’omeopatia. Difatti sostiene che, la corsa al medico ed ai medicinali, è un atteggiamento assolutamente sbagliato.

“Occorre, invece, capire che si guarisce solo con l’integrazione dei sistemi biologici: i virus e i batteri, invece di essere combattuti, vanno compresi nella loro funzione positiva”. Inoltre ci tiene a sottolineare, concludendo, che il corpo riesce da solo a sconfiggere il cancro.