Giorgio Armani, il dramma del compagno defunto: quella maledetta malattia

Il grande stilista italiano torna a parlare di un periodo molto brutto della sua vita: la scomparsa del suo amato compagno. Non è stato un momento facile da affrontare

Uno dei più grandi stilisti italiani, Giorgio Armani, ha vissuto un dramma che ancora oggi non riesce a dimenticare. Anche se la sua vita è stata piena di successi e soddisfazioni, il suo animo è ferito da una tragedia che niente può guarire. Giorgio però è una persona che sa affrontare bene le difficoltà: d’altronde ha fondato una tra le aziende più importanti di Italia. Il suo brand è un vero e proprio simbolo nel mondo: man mano, a partire dal 1975 la sua azienda ha cresciuto una crescita incredibile, fino ad arrivare ad affermarsi in tutto il mondo.

 

Gli abiti di Giorgio sono usati sia per le sfilate sia per le squadre sportive: un tratto della versatilità e intelligenza che caratterizza le creazioni di Giorgio. Molti vip hanno indossato suoi capi di abbigliamento, come Penelope Cruz, Leonardo Di Caprio e Christian Bale. La sua vita e la sua storia è stata talmente incredibile che ha anche prodotto un documentare per il grande regista Martin Scorsese. Giorgio è una delle celebrità che sicuramente rende grande il nostro paese nel mondo e tutti gli italiani gli danno molto affetto. A volte non basta, però. Giorgio infatti soffre di un dolore difficilmente guaribile.

Giorgio e la straziante perdita del suo compagno

La vita di Giorgio infatti non è stata sempre rose e fiori, anzi, ha conosciuto anche grandi dolori e sofferenze. Giorgio nella vita ha amato un uomo, Sergio Galeotti, in modo libero e spontaneo, senza mai nascondersi. Sergio è stato un architetto e anche il fondatore proprio della azienda Armani, insieme a Giorgio. Compagno nella vita e sul lavoro quindi, una unione indissolubile e fortissima. La sofferenza che Giorgio ha provato quando Sergio è venuto a mancare è stata davvero incredibile.

Sergio è scomparso giovanissimo, ad appena 40 anni, nel 1985. Giorgio, durante una intervista a Vanity Fair ha raccontato il suo splendido rapporto con il suo uomo: “Tutto quello che ho fatto nel lavoro l’ho fatto per Sergio. E Sergio ha fatto tutto per me”. Tra i due c’era una grande differenza di età, ma non è mai stato un problema: “Si è evoluto in qualcosa di differente – ha raccontato – Amore è un termine riduttivo. Era una grande complicità, nei confronti della vita e del resto del mondo”.