Mediaset, scoppia il terremoto: si ferma completamente dopo anni

Arriva una notizia di una certa importanza per Mediaset. Dopo diversi anni, purtroppo, è il momento di dire addio 

 

Accade una cosa inaspettata a Mediaset dopo diverso tempo. La compagnia subisce un duro colpo, che rimette in discussione diversi aspetti dell’intera azienda. Tra di questi addirittura anche la gestione di determinate situazioni proprio intende alla compagnia. Ma cosa è successo di così grave e addirittura importante da poter arrivare ad una situazione di questo tipo?

Mediaset sky

Un duro colpo arriva per l’amministratore delegato di Mediaset, il figlio del Cavaliere Silvio Berlusconi. Piersilvio ora deve fare i conti con una situazione alquanto scomoda che, ovviamente, ha un grosso impatto sull’intera azienda. Una potenza presente all’interno della televisione come questa, perde proprio punti in relazione all’intrattenimento.

Ma come mai si è venuta a creare una condizione di questo tipo? Si tratta di una situazione che va a braccetto con ciò che sta accadendo all’interno di Sky. Si apre una nuova questione riguardo alla pay TV, la quale scuote dall’interno proprio Mediaset ed un particolare servizio che era stato attivato con tantissimo impegno da parte dell’intera compagnia.

Mediaset esce di scena, ecco chi prende il suo posto

Mediaset sky

Era il 2018 quando, ben 7 canali Premium della compagnia di Berlusconi, entrano a far parte del catalogo di Sky. Premium Crime, Stories e Action per le serie tv e Premium Cinema 1, Cinema 1+24, Cinema 2 e Cinema 3 dedicati al cinema. Questi i canali targati Mediaset che facevano parte di quel catalogo. Dopo anni dalla proposta del Biscione che è entrata nelle case degli italiani, arriva un nuovo fronte dopo quel 2018. Ora, si arriva ad una svolta molto importante per l’intera azienda.

La possibilità di arrivare ad essere presente in diverse reti, al fine di poter coprire in modo più capillare più destinazioni possibili viene meno. È un progetto che ha funzionato fino ad oggi, bene, ed è proprio in riferimento questo che arriva la bomba per l’azienda del Biscione. Ebbene, i 7 canali scompariranno dall’offerta Sky nel 2022 e più precisamente il 7 gennaio.

Inoltre, stando a quanto riferito, non è certo previsto nessun rinnovo per l’offerta in questione. Ovviamente i canali rimarranno attivi online, sulla piattaforma Mediaset Infinity. E il buco lasciato nel palinsesto? Da chi sarà sanato? Sky avrebbe in serbo l’idea di presentare tutte le produzioni, comprese quelle originali, di Paramount+.

In aggiunta, inoltre, c’è l’obiettivo anche del catalogo di spessore con l’aggiunta di NbcUniversal, Peacock. Un’offerta veramente grandiosa destinata per Regno Unito, Irlanda, Germania, Svizzera, Austria e Italia.