Stefano D’Orazio, la moglie rivela il retroscena sulla morte: “Si stava riprendendo ma..”

La moglie del grande artista rivela cosa è successo negli ultimi giorni di vita del marito: una situazione davvero tremenda da cui non si è ancora ripresa. Ecco cosa ha raccontato.

Un lutto che ha lasciato tutti tristi quello di Stefano D’Orazio, lo storico batterista dei Pooh. Una grave perdita sia per il gruppo musicale, sia per la musica italiana tutta. Un vero artista, che ha scritto capolavori inarrivabili della musica italiana: “Piccola Katy”, “Pensiero”, “Uomini soli”, sono solo alcune delle canzoni a cui ha contribuito in maniera determinante. Il suo successo è andato di pari passo con quello della band: Stefano però era una persona da tutti riconosciuta come semplice, umile, dotata di un grande talento. La moglie Tiziana ancora oggi soffre molto la sua mancanza. 

 

Stefano e Tiziana si sono conosciuti nel 2006 durante una festa. Fu un vero e proprio colpo di fulmine: Stefano l’ha notata e si è avvicinato a lei. Alla fine della festa le ha chiesto il numero di telefono e cosi è iniziata la loro stupenda relazione. I due si sono sposati nel 2017: hanno circa 20 anni di differenza, ma questo non ha mai pesato né è stato un problema per la coppia. Mai al centro di gossip o pettegolezzi, hanno sempre condotto una vita felice e serena, lontana dai riflettori ma a strettissimo contatto intimo tra loro. Una relazione da far invidia a molti, insomma, interrotta purtroppo solo dalla malattia che ha colpito implacabile l’artista.

Ecco come Stefano se n’è andato: il racconto straziante della moglie

Tiziana ultimamente ha trovato il coraggio di parlare di questo tristissimo evento, raccontando gli ultimi momenti di Stefano. Ha sottolineato come i suoi problemi di salute e come il Covid-19 abbia aggravato la situazione. E’ stato un periodo molto difficile, il covid ha reso ancora più difficile tutto. Stefano da qualche anno stava combattendo una malattia, fino a quando il Covid-19 non ha peggiorato la situazione. L’artista infatti aveva dei problemi al sistema immunitario: qualsiasi tipo di infezione per lui sarebbe stata quindi potenzialmente letale. 

Si stava riprendendo” – ha detto Tiziana – “Tanto che le settimane precedenti al decesso faceva anche un po’ di esercizi la mattina e poi faceva su e giù le scale del suo palazzo“. Poi è cambiato tutto all’improvviso: “Una notte gli è venuta la febbre altissima: era il Covid. Non ho idea di come lo abbia preso: non usciva mai di casa perché aveva le difese immunitarie basse“. Quando Stefano D’Orazio è stato trasportato in ospedale dall’ambulanza la moglie voleva essere presente, ma non è stato possibile a causa di ragioni di sicurezza: “Non gli ho potuto fare una carezza, non ho più potuto fare nulla per lui”, ha confessato Tiziana.