Drammatico colpo di scena in Rai: il volto del programma non lo vedremo più | Una perdita importante

Una notizia ha sconvolto il pubblico Rai: lo storico programma è stato cancellato

I telespettatori Rai hanno ricevuto una bruttissima notizia. Dopo tanti anni di grande successo, infatti, il noto palinsesto televisivo ha deciso di cancellare un programma storico delle sue reti, che andava in onda da più di vent’anni. Per il pubblico è stata una novità sconcertante: non il modo migliore per cominciare il nuovo anno.

 

Si trattava di una trasmissione storica, che per oltre due decenni è sempre stata trasmessa durante la domenica pomeriggio durante i campionati di calcio, in contemporanea con le partite di serie A, in modo da commentarle in diretta. Durante un lasso di tempo così lungo si sono alternati diversi conduttori alle sue redini, da Fabio Fazio a Nicola Savino a Victoria Cabello. Questo show, inoltre, è stato quello che ha lanciato definitivamente Simona Ventura nel mondo dello spettacolo.

Non è la prima volta che la Rai decide di eliminare dai suoi canali una trasmissione storica, che continuava da parecchi anni. Nel 2020, per esempio, ha cancellato La prova del cuoco che andava in onda dal 2000. Dopo diversi cambiamenti nel format e la sostituzione da Antonella Clerici a Elisa Isoardi al pubblico, infatti, non piaceva più. Al suo posto c’è E’ sempre mezzogiorno.

Ma a chi è toccato stavolta?

Rai, la cancellazione dello show storico

Quella che la Rai avrebbe chiuso il programma era una decisione presa da tempo. Da un certo periodo, infatti, gli ascolti erano calati drasticamente e non c’era più lo stesso successo ed entusiasmo da parte del pubblico. Sembra i telespettatori non abbiano apprezzato alcuni cambiamenti.

Hanno annunciato l’addio gli ultimi presentatori Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu durante l’ultimissima puntata, andata in onda il 2 dicembre.

Ci riferiamo ovviamente a Quelli che il calcio, che esisteva dal 1998 e che nel 2023 avrebbe festeggiato il trentesimo anniversario. Anche il volto storico Marco Mazzocchi ha voluto intervenire con un toccante saluto. “Vi abbraccio compagni di viaggio e a presto, perché no? Non è mai piacevole interrompere un lavoro. Sapevamo di rischiare, uscendo dalla comfort zone della domenica pomeriggio. Il calcio spezzatino ci ha portato a questa decisione. Poteva andare meglio, certo, ma solo chi non risica non rosica. A me spiace per chi aveva scelto questo lavoro rinunciando ad altre possibilità. Questo è il grande punto interrogativo di ogni nuova avventura televisiva o professionale in generale. Perciò, a me dispiace soprattutto per loro“. Un finale davvero triste.