Emilio Fede nel dramma: “La mia pensione non mi basta” | Ecco quanto percepisce

Il noto giornalista Emilio Fede ha dichiarato di avere problemi economici: la pensione non gli basta. Ma quanto prende esattamente?

Negli ultimi anni Emilio Fede è un po’ sparito dagli schermi televisivi. Dopo la condanna per il caso Ruby, nel 2018 è stato condannato a quattro anni di carcere, che al momento sta scontando ai domiciliari a causa dell’età avanzata: lo scorso giugno, infatti, ha compiuto ben 90 anni. Non lavora più da tempo, di conseguenza percepisce una pensione, ma lui ha ammesso che non gli è sufficiente. Ma a quanto ammonta esattamente?

 

Il giornalista è stato per decenni uno dei volti più importanti dei telegiornali Mediaset. Dal 1990 al 2014, infatti, è stato il direttore del TG4, finché, a causa di una trattativa finita male non si è allontanato dalla rete.

La sua carriera nel campo del giornalismo è iniziata prestissimo, quando era ancora un ragazzo. Cominciò inizialmente come redattore, presso Il mattino di Roma e solo dopo abbandonò le quinte per spostarsi davanti alla telecamera verso gli anni ’50. Il suo primo ruolo come conduttore fu grazie a una collaborazione con la Rai.

Adesso, che va per i 91 anni, si è ovviamente ritirato… ma a quanto ammonta la sua pensione dopo tanti anni di lavoro?

Emilio Fede, la pensione è troppo bassa

Per Emilio Fede questo non è un periodo felice. Meno di un anno fa, infatti, ha perso la moglie Daiana De Feo, che è scomparsa di malattia all’età di 84 anni. Per questa occasione rilasciò una dichiarazione che commosse molti: “Piangerò fino alla fine della mia vita. Ora sono alla ricerca del me stesso perduto“. La coppia era molto legata ed era sposata dal 1964. Dal loro amore sono nate due figlie, Sveva e Simona.

Inoltre, pare che l’ex direttore di Studio Aperto stia affrontando anche dei seri problemi economici. Già qualche anno fa si era lamentato di percepire una pensione, secondo lui, troppo bassa.

Ma di che cifre stiamo parlando?

Queste le sue parole: “Ho una pensione da 8mila euro al mese, dopo tanti anni di lavoro. Ma non mi bastano. Devo pagare la rata della macchina in leasing, l’autista, la badante e l’affitto di casa. E le bollette. Una volta non pagavo nulla…”. Ovviamente si riferiva al periodo in cui lavorava per Mediaset, che pagava per lui certe spese. Infine, ha aggiunto che anche in banca, dopo i vari processi, non è rimasto molto. “Dodicimila euro, il resto è sotto sequestro”.