Lino Banfi distrutto dalla malattia entrata nella sua vita: non esiste una cura

Il famosissimo e amatissimo attore pugliese racconta una situazione drammatica che lo fa soffrire da tanto tempo: finalmente condivide il suo dolore con il pubblico. Ecco cosa ha detto.

Ormai simbolo del cinema e della comicità italiana nel mondo, si fa prima a dire cosa non sia Lino Banfi. Nella sua lunga carriera ha fatto di tutto: oggi è un comico e attore, ambasciatore Unicef, un vero e proprio portatore sano di allegria. Arrivato dalla Puglia a Milano in cerca di lavoro e fortuna, ha raccontato varie volte le sue peripezie per iniziare a lavorare. Ha raccontato perfino che arrivò a falsificare il luogo di nascita sulla sua carta di identità, perché essere del Sud comportava una difficoltà maggiore nel trovare un impiego.

 

Insomma Lino è uno di quelli che non si è mai arreso, appartiene a una generazione che ha conosciuto la guerra e la fame. Per questo motivo non si arrende davanti a nessuna difficoltà. Talento e spirito di sacrificio e di arrangiarsi: un mix determinante per il successo, che arriva tra gli anni 70 e 80 con la commedia sexy all’italiana. Lino ha recitato con donne bellissime e affascinanti come Edwige Fenech e Gloria Guida, attori come Alvaro Vitali e Mario Carotenuto. Per lui che veniva dall’avanspettacolo nei teatri, andare al cinema era un sogno. La vera popolarità per Lino arriva però con la vecchiaia, quando cioè entra a far parte del cast della famosissima serie tv “Un medico in famiglia”, dove per tutti diventerà Nonno Libero.

Lino e quella brutta malattia

Lino ha affrontato tante difficoltà nella sua vita, ma non si è mai arreso. Anche la malattia lo ha sorpreso, ma non si è fatto abbattere. Ormai, a più di 80 anni, è il vero e proprio nonno di Italia. Durate la trasmissione televisiva “Oggi è un altro giorno”, ha confessato il suo amore per la moglie Lucia. Il suo rapporto con lei è molto tenero e affettuoso, soprattutto da quando lei è molto malata. E’ stata infatti colpita dalla malattia di Alzhaimer, una patologia particolarmente debilitante, che richiede assistenza continua.

Lino non le fa mancare mai niente, come ha detto durante l’intervista: “A casa, ci prendiamo la mano” – ha detto l’attore, commosso – “Le dico in dialetto pugliese ‘So 70 anni che stiamo insieme’, perché noi adesso facciamo 60 anni di matrimonio, più dieci di fidanzamento. E mi viene sempre da dire questa cosa“. E’ la storia di un amore incredibile, che va oltre ogni ostacolo, nato quando lui non era ancora famoso, quando erano tutti e due ancora due spensierati ragazzini.