Claudio Baglioni, il grave incidente mortale: volto sfigurato

Un episodio della vita di uno dei più amati cantanti italiani, poteva mettere a rischio seriamente la sua stessa carriera. Un momento davvero drammatico, ecco di cosa si tratta

Uno dei più amati cantanti italiani, Claudio Baglioni, è da sempre sulla cresta dell’onda grazie ai grandi successi della sua carriera. Tutti abbiamo cantato almeno una volta “Questo piccolo grande amore”, che, al Festival di Sanremo del 1985 è stata eletta addirittura come canzone del secolo. Tantissimi i suoi successi, come “Strada facendo”, “La vita è adesso” e tanti altri, che hanno accompagnato le giornate di milioni e milioni di fan in giro per il mondo. Per tutti gli italiani, insomma, Claudio rappresenta un pezzetto della  loro vita. 

 

Le sue canzoni parlano della vita di persone comuni, di sentimenti e rapporti personali. La sua presenza scenica poi è sempre stata imponente, Claudio è un vero e proprio animale da palcoscenico. Claudio ha fatto il suo debutto nella musica da giovanissimo, quando ha partecipato al concorso condotto da Pippo Baudo “Fuori la voce”. In quella occasione fu in grado di dimostrare tutto il suo talento: era infatti uno dei pochi giovanissimi che impressionò la giuria. Il suo futuro era evidentemente già scritto. Nella sua vita però, ha dovuto affrontare anche tremendi momenti che potevano costargli la carriera.

Claudio e quel brutto incidente

Claudio ha sempre avuto un carattere tenace e volitivo, ma alcuni episodi hanno segnato anche un duro dal cuore tenero come lui. Era infatti il 3 novembre del 1990, quando Claudio rimase vittima di un grave incidente d’auto a Roma. Con la sua Porsche andò contro un muro, dopo che aveva perso il controllo dell’auto per la forte pioggia e essere stato accecato dai dei fari abbaglianti di un’ auto che veniva dal senso opposto. Da quell’incidente Claudio rimase sfigurato: riportò infatti ferite al viso, alle labbra e alle mani e un taglio di otto centimetri sulla lingua.

Questa tragedia avrebbe potuto costargli la carriera, visto che il suo volto è essenziale per li suo lavoro. Inevitabile quindi il ricorso alla chirurgia estetica, per rimediare ai danni. Era infatti a rischio anche l’articolazione dei suoni, a causa del grave taglio alla lingua. Grazie alla chirurgia estetica, agli albori in quei tempi, il taglio sulla lingua fu sensibilmente ricucito grazie al laser e le ferite al viso furono riempite artificialmente. Il risultato è stato che Claudio ha cambiato parte della sua fisionomia, ma quello che più importante è che è tornato sui palchi dal suo pubblico.