Amici, brutale aggressione per il volto del programma | Pestato a sangue

Uno dei volti storici di Amici subisce una situazione veramente impressionante. L’aggressione lascia tutti a bocca aperta 

 

Oggi parliamo di una notizia veramente triste e che è accaduta ai danni di un volto noto del famoso programma di Maria De Filippi, Amici. Si tratta di un episodio alquanto triste che, arrivati oramai nel 2022, dovrebbe cessare di esistere. Le parole condivise dal giovane sono veramente tristissime e, allo stesso tempo, drammatiche.

amici aggressione

“Ho denunciato questa brutta aggressione per tutelare tutti noi e, per ‘noi’, non intendo la comunità gay ma tutte le persone”. Pertanto, denuncia in questo modo un’aggressione omofoba avvenuta nei pressi di un bar nel quartiere San Giovanni in Laterano. Il pestaggio, ai danni dell’ex volto di Amici di Maria De Filippi, ha veramente sconvolto i social.

Tutto accade all’improvviso, quando si trova al bar con i suoi Amici. Una situazione che viviamo tutti tutti i giorni tranquillamente nella sicurezza della nostra quotidianità. Ad un certo punto, esce con il suo fidanzato e si ferma per parlare con due ragazze. E in quel preciso istante che accade l’impensabile.

L’aggressione ai danni del volto di Amici

amici aggressione

Una voce interrompe quella normale e tranquilla serata in modo brusco. “Ma non le vedi che è f***o?”, questa la frase rivolta al coreografo ed ex volto di Amici Simone Baroni. Gli insulti e le offese non si fermano certo lì e, quel ragazzo, continua ad inveire contro di lui ancora e ancora. Baroni, guardandolo, mi dice che non ha capito bene cosa vuole da lui. Per risposta gli arriva un pugno dritto sulla faccia.

Mentre gli chiede il motivo dell’aggressione, tira fuori il telefono e riprende tutto. “Ho peggiorato ancora di più la situazione. Sono arrivati altri ragazzi. Mi hanno accerchiato, in quattro, urlandomi ‘cancella sto video, pezzo di me**a’. E io ho risposto: ‘Tu ti senti libero di picchiarmi, e io non posso riprendere?’. A quel punto, mi sferra un altro colpo ancora, sempre in volto”.

Racconta che solo uno ragazzo del gruppo degli aggressori ha provato a calmare la situazione. Prima di tutto ha chiesto scusa a Simone Baroni e poi gli ha chiesto di cancellare il video. Il giorno seguente è andato all’ospedale prima e poi dai carabinieri per denunciare il fatto. Poi, Baroni, ha confessato che una situazione del genere non dovrebbe esistere. Non ha reagito per coraggio, ma più semplicemente per rispetto umano.

Inoltre ha anche rivelato che, non si aspettava che sui social arrivasse un’ondata di affetto così grandiosa. Questo gli ha sollevato il cuore, dimostrandogli che non esistono solo delle pecore nere. Infine rivela come sia incomprensibile non avere una legge che punisca questi tipi di aggressioni.