Achille Lauro, il triste arresto dopo esser diventato ricco: finito direttamente dietro le sbarre | Ecco perchè

Achille Lauro è un artista di un certo livello oggi. Quando ha conosciuto la ricchezza ha vissuto anche un arresto 

 

Achille Lauro, senza ombra di dubbio, è uno dei cantanti che ultimamente sta più facendo parlare di lui. Artista emblematico e dalle esibizioni più disparate, ha attirato su di sé sempre molta attenzione soprattutto per le sue canzoni. Le sue dimostrazioni contro gli stereotipi e le manifestazioni perbeniste della nostra società.

Achille lauro arresto

E lo ha fatto anche su uno dei palchi più importanti del nostro paese. Stiamo parlando ovviamente dell’evento dedicato alla kermesse della musica italiana. Al festival di Sanremo, Achille Lauro è stato il protagonista di tantissime performance veramente uniche ed inimitabile. Tanto che, ovviamente, ha suscitato anche numerose critiche nei suoi confronti.

Ma al di là di tutto, indubbiamente, è un artista veramente apprezzato e unico nel suo genere ed è stato anche il protagonista di uno delle hit più ascoltate e scaricate in assoluto. Insieme a Fedez, ha collaborato con Orietta Berti per il singolo Mille. Un’altra volta si è dimostrato unico e perfetto, nel suo modo di cantare e interpretare soprattutto le canzoni.

Achille Lauro e il momento dell’arresto

Achille lauro arresto

Ma c’è un retroscena del cantante che, forse, non tutti conoscono. Stiamo parlando non di un successo o di un riconoscimento, ma di un momento buio della sua vita. Come affermato da lui stesso. L’amore incredibile per la musica, Achille Lauro l’ha ereditato praticamente dal fratello maggiore che è il producer del gruppo Quarto Blocco. Al secolo Lauro De Marinis, ha trascorso e vissuto la sua infanzia e adora proprio nella periferia romana.

Ed è proprio qui che il nostro amato cantante vive uno dei momenti più tristi della sua vita. Infatti, ha vissuto in prima persona anche un arresto per detenzione di droga. “Entrai in contatto con famiglie criminali. Compravo chili di droga che facevo vendere a una squadra di spacciatori che avevo creato. Divenni ricco”.

Un dettaglio che però, ad Achille Lauro, costa veramente molto. Infatti, proprio per questo motivo, fu arrestato e dovette trascorrere ben due mesi in galera. Fortunatamente, questa esperienza, gli insegna molto allontanandolo da quella vita e facendolo diventare l’artista che conosciamo oggi.

Un successo che condivide con le persone a lui vicino e con i suoi cari. Si dice che tutto questo sia affiancato da una donna, che per lui significa molto. Il nome di questa ragazza è Francesca, tuttavia su questo l’artista è molto riservato.