Maurizio Costanzo se n’è andato: non ha potuto fare nulla

Il grande giornalista Maurizio Costanzo alla fine se n’è andato: ecco cos’è successo

Nelle ultime ore il nome di Maurizio Costanzo è su tutti i giornali in seguito a un evento che lo ha colpito in prima persona. Questa notizia è arrivata inaspettata, dal momento che sembrava andare tutto bene e nessuno se lo aspettava. Non tutto, infatti, va sempre come previsto e questa volta è successo anche alla sua carriera.

 

Senza dubbio, è uno dei personaggi più noti del mondo della televisione, infatti lavora in questo ambiente da più di quarant’anni. E’ un famoso giornalista, nonché autore televisivo e grazie a lui diversi programmi hanno ottenuto un enorme successo.

Inoltre, è famoso anche per la sua vita sentimentale. Si è sposato diverse volte e ha avuto numerose relazioni importanti, ma solo una donna è riuscita a conquistare davvero il suo cuore. Anche lei oggi è una delle personalità più stimate del mondo televisivo.

Maurizio Costanzo, l’addio alla Roma

Ovviamente, Maurizio Costanzo è legato a Maria De Filippi ormai da quasi trent’anni. I due hanno cominciato a frequentarsi agli inizi degli anni ’90 e fu una specie di colpo di fulmine. All’epoca la situazione non era molto semplice perché lui era ancora sposato con la sua ex moglie, la conduttrice Marta Flavi. In più occasioni hanno raccontato che lei scoprì il tradimento per caso, ascoltando una loro conversazione al telefono.

Alla fine, si sono separati e il conduttore è convolato a nozze con la regina indiscussa di Mediaset. Qualche tempo dopo hanno anche adottato un bambino, che si chiama Gabriele e oggi è un giovane uomo di circa trent’anni.

La nota presentatrice di C’è posta per te non è stata la sua prima compagna. Oltre che con Marta Flavi, era stato sposato con la fotoreporter Lori Sammartino e in seguito con la collega Flaminia Morandi fino al 1984. Da quest’ultima ha avuto due figli, Camilla e Saverio.

Poche ore fa è uscita la notizia che il presentatore ha deciso di lasciare il suo incarico come advisor della Comunicazione della Roma, la squadra di calcio. Aveva accettato questo ruolo lo scorso giugno, ma evidentemente qualcosa è andato storto e quindi si è dimesso. Come riporta l’ANSA, ha dichiarato che gli accordi non sono stati rispettati: “Mi sarei dovuto occupare dello stadio, ma ho scritto ai Friedkin che non avrei continuato perché non mi è stata data la possibilità di svolgere l’incarico che mi era stata affidato“.