Natalia Titova, la triste malattia: ecco perché ha smesso di ballare

Natalia Titova, talentuosa ballerina russa, è stata costretta ad abbandonare il mondo della danza per colpa di una malattia

Nata nella capitale della Russia nella prima metà degli anni settanta, la straordinaria danzatrice ha mosso i suoi primi passi sulla pista da ballo quando aveva appena tre anni di età. L’innegabile talento della ballerina l’ha portata a spostarsi dalla sua terra natia per raggiungere il Bel Paese.

 

Natalia Titova e Massimiliano Rosolino (Instagram)

Al suo arrivo in Italia ha conosciuto Simone Di Pasquale, noto ballerino italiano con cui ha stretto sia un legame professionale che, successivamente, sentimentale. I due sono rimasti insieme per circa otto anni, per la precisione dal 1998 al 2005. Poco dopo la Titova ha incontrato invece quello che è il suo partner attuale.

Stiamo parlando naturalmente di Massimiliano Rosolino, ex stella del nuoto con cui Natalia ha dato alla luce due bambine, le quali si chiamano Sofia Nicole e Vittoria Sidney. Il nome di quest’ultima ricorda chiaramente la città australiana dove il campione ha conquistato l’ambitissima medaglia d’oro alle olimpiadi del 2000 grazie ad una straordinaria prova nei 200 metri misti.

Natalia Titova, la malattia che l’ha allontanata dalla danza

Il successo che Natalia ha raccolto in Italia è dovuto principalmente alla sua partecipazione a “Ballando con le stelle”. La danzatrice ha preso parte a molte edizioni del dancing show dei canali Rai, vincendo una volta sola nel 2009, anno in cui ha ballato al fianco di Emanuele Filiberto di Savoia.

Dopo il tanto tempo trascorso alla corte di Milly Carlucci, nel 2015 la Titova ha deciso di cambiare aria. In questa ottica è dunque passata dalla Rai alla Mediaset, approdando in uno dei programmi più seguiti delle Reti del Biscione, vale a dire “Amici di Maria De Filippi”. Qui ha ricoperto fino al 2020 il ruolo di insegnante di danza latino americana, donando parte della sua conoscenza ai giovani allievi della scuola.

Natalia Titova (Instagram)

La compagna di Rosolino però, nel suo passato nasconde una brutta malattia che in qualche modo ha fatto sì che la sua carriera terminasse. Stiamo parlando dell’osteomielite, patologia che ha colpito il ginocchio della danzatrice fin da quando era una bambina. I medici, una volta diagnosticato questo problema, le dissero di lasciar perdere con il ballo.

Natalia tuttavia, non diede ascolto ai consigli e, spinta anche dai suoi genitori, ha perseguito il suo sogno. Con grande dedizione e spirito di sacrificio ha così ottenuto dei risultati incredibili, riuscendo a diventare una delle ballerine più affermate in circolazione.