Silvio Berlusconi, il dramma improvviso: “Se ne va un…” | Lutto pesantissimo per la Nazione

Un pesante lutto si è abbattuto sulla nostra Nazione. Fiumi di lacrime per la scomparsa di un personaggio politico importantissimo

La politica italiana è stata colpita da un grave lutto. La notizia è stata riportata dall’Ansa proprio in queste ore, lasciando l’amaro in bocca a tutte le persone che hanno stimato colui che è venuto a mancare. All’età di settantanove anni è deceduto Antonio Martino, uno degli uomini più vicini a Silvio Berlusconi, come confessato proprio da quest’ultimo.

 

Silvio Berlusconi (Facebook)

Grande personaggio politico ed economista affermato, Martino nel corso della sua carriera ha rivestito ruoli di prim’ordine. È stato infatti Ministro degli affari esteri e Ministro della difesa, entrambi cariche ricoperte sotto il governo Berlusconi. L’ex Premier ha deciso quindi di spendere alcune parole in ricordo del collega ed amico.

Attraverso i suoi canali social, il Cavaliere ha dichiarato: “Con Antonio Martino se ne va un amico carissimo, uno studioso illustre, un uomo libero. Con lui ho condiviso l’idea della nascita di Forza Italia, della quale ebbe la tessera numero due”.

Antonio Martino, il ricordo di Silvio Berlusconi

A partire dal 1994, dunque pochissimo tempo dopo rispetto alla fondazione di Forza Italia, Antonio è stato eletto alla Camera dei deputati. Qui vi è rimasto fino al 2018, anno in cui ha scelto di non ricandidarsi abbandonando in tal modo l’importante ruolo politico. Nel messaggio pubblicato da Berlusconi su Facebook si evince la caratura di Martino, un uomo colto e apprezzato da tutti per le sue straordinarie qualità.

“Fu uno dei più apprezzati Ministri dei nostri governi, agli Esteri e alla Difesa, stimatissimo in tutti i contesti internazionali e soprattutto negli Stati Uniti, dove si era formato e dove era di casa”, ha affermato l’ex Presidente del Consiglio, prima di proseguire con gli elogi all’indirizzo del compianto amico.

Antonio Martino e Silvio Berlusconi (Facebook)

Il Cavaliere ha ricordato che il padre, Gaetano Martino, è stato uno dei fondatori dell’Unione Europea. Oltre a questo Antonio ha stretto una grande amicizia con il premio Nobel Milton Friedman, grazie al quale ha senza dubbio espanso ulteriormente la sua cultura.

“Me ne mancheranno i modi squisiti, le citazioni colte, l’ironia tagliente, la discrezione. Quella con cui scelse di farsi da parte da una politica attiva che in fondo non aveva mai amato, che intendeva come un dovere civile e morale, al servizio della libertà”, questo le parole utilizzate da Berlusconi per descrivere la grandezza professionale ed umana di Martino, alle quali ha fatto seguito un ultimo saluto: “Ciao Antonio, vedrai che ti chiederanno consiglio anche in paradiso”.