Massimo Boldi, l’improvviso ricovero e la grande paura: “tre arterie assolutamente occluse”

Massimo Boldi ed il ricovero improvviso. Cosi l’attore si è dovuto sottoporre ad una dura operazione, come raccontato durante un’intervista

La storia del Cinema italiano racchiude dentro di sé anche una sfera molto particolare dedicata alla comicità. C’è stato filone di film comici che hanno fatto letteralmente la storia di un genere, diventato poi quasi a sé. I ‘Cinepanettoni‘, infatti, hanno tenuto compagnia per anni agli italiani, che a ridosso del Natale aspettavano di potersi ritrovare al Cinema una pellicola in grado di catturare una risata. Questo è accaduto per diversi anni, anche grazie a personaggi che hanno alimentato il mito di questo particolare filone cinematografico.

 

Massimo Boldi
Massimo Boldi (web source)

Tra questi c’è di sicuro Massimo Boldi, attore che ha saputo nel corso del tempo incarnare a pieno il senso di quella comicità tutta italiana che ancora oggi è di tendenza. Si, perchè i ‘Cinepanettoni’ sembra ormai siano finiti un po’ nel dimenticatoio, ma quelli che sono stati rilasciati negli scorsi anni restano dei cult ai quali anche gli italiani guardano con grande ammirazione. Un lavoro importante che ha visto registi come Neri Parenti provare a trasformare il mondo della comicità, con discreti risultati.

Ed allora ecco Massimo, che ha avuto la possibilità di cavalcare a pieno l’onda. Certo, non ci sono soltanto i ‘Cinepanettoni’ nella sua storia, ma anche tanti altri film che hanno contribuito ad alimentare una carriera che ad oggi si può definire senza timore di smentita una delle più importanti degli ultimi anni.

Massimo Boldi, l’operazione improvvisa ed il racconto

Massimo Boldi
Massimo Boldi (web source)

In questi anni Massimo si è ritrovato spesso in televisione a raccontare proprio stralci della sua carriera, cosi come della vita privata. Ha dovuto subire anche una difficile operazione per un problema alle coronarie, come lui stesso ha raccontato nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Barbara D’Urso in quel di Canale 5.

“Dopo il primo intervento all’aorta, ho fatto il film con Christian e sono stato benissimo. Poi, in vacanza a Forte dei Marmi, facendo qualche passeggiata, ho cominciato a sentire un dolore. Il professor Chiesa, che era anche lui in vacanza, mi ha consigliato di fare degli esami. Mi sono allora sottoposto a una tac coronarica“, le parole di Massimo che è poi entrato nel dettaglio.

“Mi hanno trovato sostanzialmente tre arterie assolutamente occluse. Dovevo ricorrere a un intervento e dovevo scegliere tra by-pass e angioplastica. Parlando con i professionisti, ho deciso di fare un’angioplastica”, il racconto in seconda battuta rilasciato in questo caso ai microfoni di TgCom24.