Lino Banfi, il desiderio di morire così: non ce la fa più | Il dramma è pesantissimo

Lino Banfi vorrebbe solo morire, la dichiarazione che lascia senza parole: i dettagli e le curiosità della vicenda

Conosciuto come Nonno Libero, il nonno di tutti gli italiani per via del suo famoso personaggi interpretato nella fiction televisiva apprezzata da milioni di italiani Un medico in famiglia, i suoi personaggi hanno divertito ed emozionato il pubblico nel corso di tutta la sua brillante carriera: stiamo parlando di Lino Banfi, classe 1936, originario di Andria in Puglia, ha lavorato a fianco a numerosi e importanti registi e attori tra cui possiamo ricordare Lando Buzzanca, Mario Carotenuto, Alvaro Vitali, Johnny Dorelli e Renzo Montagnani e con il suo accento ha caratterizzato un personaggio e ha fatto sì che la sua carriera fosse brillante come il suo talento.

 

lino sorride
curiosità (foto web)

Pasquale Zagaria è il suo vero nome, è cresciuto in una famiglia profondamente cattolica che inizialmente lo spinge verso la carriera del seminario, lui d’altro canto si sente particolarmente portato all’arte e al mondo dello spettacolo tanto da esordire come cantante e comico in alcune feste di paese. Fu proprio il Vescovo in una di quelle occasioni a consigliare al giovane di intraprendere una carriera di comico e cabarettista, in quando quando interpretava nelle recite parrocchiali Giuda, San Giovanni e San Pietro, tutti ridevano ed erano molto entusiasti.

Il suo destino era quello, era il mondo dello spettacolo e dell’arte in generale e questo inizialmente portò un contrasto con i suoi genitori poiché a quei tempi per loro questo genere di lavoro non era considerato tale. Dopo tanti sacrifici e momenti molto drammatici, nel 1954 finalmente Banfi riesce a lavorare nel teatro di Milano portando in scena uno spettacolo dove metteva in evidenza frasi tipiche del dialetto del suo paese e sulla parlata buffa ma originale, caratterizzando un personaggio che negli anni è divenuto davvero vincente.

Nel 1964, invece, il giovane esordisce a cinema in piccole parti filmiche come I due evasi di Sing Sing002 Operazione LunaDue marines e un generaleI due pompieriRiuscirà l’avvocato Franco Benenato a sconfiggere il suo acerrimo nemico il pretore Ciccio De Ingras?, ma nel 1973 arriva la svolta, ottiene un ruolo da protagonista nel famoso film Pasquale Zagaria ama la mamma e la poliziache lo porta al successo. La sua notorietà avviene anche grazie al film L’allenatore di pallone fino alle tante commedie sexy. Nel 2000 interpreta il Nonno Libero di tutti gli italiani nella fiction Un medico in famiglia. 

Nonostante la sua carriera davvero brillante, egli sta vivendo un dramma, la malattia di sua moglie.

Il dramma di Lino Banfi

lino serio
dramma (foto web)

Nonostante la sua carriera costellata di successi, Lino Banfi da qualche anno è costretto a lottare per la malattia di sua moglie, l’Alzheimer e questo gli ha provocato una profonda ferita interiore. L’uomo ha avuto l’onore di essere ricevuto in udienza privata dal Papa e ha raccontato la sua esperienza ai microfoni di Oggi è un altro giorno, programma condotto da Serena Bortone.

Egli nel dettaglio ha descritto la sua esperienza e la richiesta che ha voluto fare al Papa affermando: “Abbiamo chiacchierato molto e ho cercato di farlo sorridere. Quando abbiamo chiacchierato di mia moglie ha cambiato faccia. Abbiamo fatto 60 anni di matrimonio e mia moglie mi aveva detto: ‘Visto che vai dal Papa, che è più vicino a Gesù, pregalo se ci fa morire insieme’. Si è quasi commosso e mi ha risposto: ‘Mi sarebbe piaciuto tanto poterlo fare, ma voi dovete vivere a lungo”.