Ricordate Alvaro Vitali? La malattia l’ha distrutto: Ecco come si è ridotto

Ricordate Alvaro Vitali, volto storico del cinema italiano? Da sempre ha dovuto convivere con una particolare patologia

Alcuni personaggi nel mondo dello spettacolo italiano sono diventati tremendamente iconici, al punto da entrare nei cuori di milioni di italiani ma soprattutto con diverse generazioni al seguito. E’ cosi che si alimenta un mito, come quello che porta il nome di Alvaro Vitali. Attore che ha saputo costruire una carriera importante, basandola sostanzialmente su un lavoro peculiare fatto di interpretazioni uniche e, come detto, iconiche.

 

Alvaro Vitali
Alvaro Vitali (web source)

Il ‘Pierino‘ di Vitali è stato in grado di far ridere milioni di italiani, diventare un simbolo per diverse generazioni, ed è cosi che Alvaro è diventato protagonista indiscusso delle commedie sexy italiane. Un genere molto particolare, che fino ad una ventina di anni fa aveva un gran riscontro nel pubblico nostrano. E tra i protagonisti e volti di spicco c’era proprio lui, Pierino, interpretato con grande ironia ed efficacia proprio da Alvaro.

Certo, gli anni della grande fama sono ormai lontani. Alvaro non è finito nel dimenticatoi, ma di sicuro non ha più quello smalto in termini di popolarità che ha avuto fino a qualche tempo fa. “Grazie a mia moglie, che mi ha spinto a uscire e a tornare a vedere gente, ho passato anni difficili ma alla fine sono riuscito a superarla, ma ci sono miei colleghi che si rifugiano nell’alcol o pensano al suicidio”, le sue parole durante l’intervista a ‘Specchio’.

Alvaro Vitali, una malattia ha condizionato la sua vita

Alvaro Vitali
Alvaro Vitali (web source)

Una popolarità, dunque, legata soprattutto ad un passato che resta comunque straordinario. Eppure, per Alvaro le difficoltà nel corso della sua carriera non sono state di certo poche. L’attore si porta dietro una patologia molto particolare, che soprattutto in questi due anni di Pandemia ha rischiato di metterlo in serissima difficoltà. Alvaro, infatti, sono di una forma di asma bronchiale.

Una patologia che ha messo anche in seria discussione la sua carriera. L’attore, infatti, ha dovuto rinunciare anche a diversi lavori molto particolari, come accaduto qualche anno fa con ‘La Fattoria’. Insomma, un qualcosa con il quale bisogna imparare a convivere e che al tempo stesso condiziona in maniera irreversibile la vita di chi ne soffre, come nel caso del buon Vitali.

Facevamo dai tre ai cinque film all’anno, fra noi attori e attrici che stavamo così spesso insieme c’era questa fratellanza per cui, quando ci si spogliava gli uni di fianco alle altre, non ci facevamo neanche caso. Eravamo tutti amici, ma ora non ci si vede e non ci si sente più”, ancora uno stralcio del racconto di Vitali ai microfoni di ‘Specchio’.