Alzheimer, colpisce sempre più persone: ecco i trucchi per riconoscerlo

La malattia dell’Alzhaimer colpisce sempre più persone, ecco come riconoscerla: i dettagli e le curiosità 

La malattia di Alzheimer-Perusini detta anche semplicemente morbo di Alzhaimer colpisce sempre più persone ormai nel mondo ed è la forma più comune di demenza degenerativa progressivamente invalidante che comincia a produrre gli effetti negli individui a partire dai 65 anni di età. Il sintomo precoce della malattia è quello di non ricordare gli eventi recenti e per la prima volta, tale patologia è stata scoperta nel 1906 allo psichiatra e neuropatologo tedesco Alois Alzheimer.

 

alzhaimer
cosa è (foto web)

La causa e a relativa progressione delle malattie come l’Alzheimer non sono ancora del tutto ben comprese. La ricerca ha indicato nel corso degli anni che la malattia è strettamente associata a placche amiloidi e ammassi neuro fibrillari riscontrati nel cervello ma non è ben nota la causa della degenerazione. Circa il 70% del rischio si ritiene associabile ai geni che sono molteplici.

La malattia dell’Alzheimer è definibile in maniera scientifica come un processo degenerativo che pregiudica cellule celebrali, rendendo poco a poco l’individuo incapace di proseguire la sua vita in maniera normale provocandone la fine con il decesso. Secondo uno studio a soffrirne sono circa  492 000 persone in Italia e e 26,6 milioni nel mondo secondo uno studio della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, Stati Uniti con una prevalenza di donne.

A livello epidemiologico, invece, si presume che tale malattia sia associabile al fattore dell’età. Molto rara sotto i 65 anni, ma aumenta la probabilità con l’avanzare dell’età fino agli 85 anni. Nella popolazione, l’incidenza è pari al 2,5 casi ogni 1 000 persone per la fascia di età tra i 65 e i 69 anni, continuando successivamente a 9 casi su 1 000 persone tra i 75 e i 79 anni, e a 40,2 casi su 1 000 persone tra gli 85 e gli 89 anni.

Perdere la memoria è uno dei fattori più sconvolgenti della vita quotidiana ed è molto importante riconoscere la malattia finché si è in tempo.

Come riconoscere la malattia dell’Alzheimer

malattia
come riconoscere la malattia (foto web)

Come abbiamo sopra citato, la malattia dell’Alzheimer provoca un lento declino del ragionamento, della capacità di ricordo immediato e della memoria. I fattori per riconoscere tale malattia possono essere molteplici.

  • Perdita della memoria: Uno dei fattori più lampanti di questa malattia è la perdita della memoria, soprattutto se non si ricordano informazioni recenti avvenute anche poche ore prima. Altri segnali sono associabili al dimenticare date ed eventi importanti  e chiedere ausilio ad un parente o ad un familiare che aiuti più facilmente il ricordo.
  • Sfide nella programmazione o nella risoluzione dei problemi: Alcune persone possono sperimentare il loro cambiamento per via della difficoltà ad associare numeri o a ricordare una ricetta che era loro familiare e ancora,  tenere traccia delle bollette mensili.
  • Difficoltà di completare gli impegni famigliari, casa o lavoro: Le persone che soffrono della malattia, possono avere difficoltà nel completare alcune attività quotidiane.
  • Confusione con tempi e luoghi: Le persone possono avere difficoltà nel ricordo delle date e degli eventi e ancora, avere difficoltà a capire qualcosa se non avviene immediatamente.
  • Difficoltà nel capire le immagini visive: Tali individui possono avere difficoltà a leggere a giudicare la distanza e a stabilire il colore o il contrasto. Mentre per quanto riguarda la percezione, possono pensare di passare davanti allo specchio e pensare che qualche altro sia presente nella stanza.
  • Problemi con le parole e nella scrittura: Gli individui possono fermarsi nel bel mezzo della discussione e non sapere come continuare o cosa effettivamente dire e possono lottare nel ricordo dell’utilizzo di una determinata parola piuttosto che un’altra.
  • Non trovare le cose o gli oggetti e perdere la capacità di ripercorrere i propri passi: Gli individui possono perdere le proprie cose e non essere in grado di ritrovarle. A volte possono accusare gli altri di averle rubate.
  • Ridotta o scarsa capacità di giudizio: Gli individui possono perdere o avere poca capacità di giudizio dando una somma alta di denaro agli addetti del telemarketing.
  • Ritiro dal lavoro o dalle attività sociali: Le persone possono rinunciare a hobby, attività sociali, progetti di lavoro o attività sportive e possono evitare di socializzare per via dei cambiamenti che stanno vivendo.
  • Cambiamenti di umore e personalità: L’umore e la personalità di chi soffre di una malattia come l’Alzheimer può cambiare da un momento all’altro. Possono risultare confusi, sospettosi, depressi, spaventati o ansiosi.