Rai, la tragedia per il grande conduttore : “Ho scoperto di avere il cancro”

Un noto volto Rai racconta un dramma devastante vissuto da vicino. Parla del cancro, le sue parole sono ricche di significato 

 

Oggi parliamo di uno conduttori più famosi della tv italiana, e del brutto tiro che gli ha giocato la vita. Anche lui ha dovuto fare i conti con una grande difficoltà al punto che si è dovuto rimboccare le maniche e trovare tutte le forze per andare avanti. Uno dei volti che ci viene in mente, nel momento in cui si parla di televisione italiana, è proprio il suo.

rai dramma

Con i suoi 85 anni, lo showman e conduttore è riuscito a riunire intorno a sé numerose generazioni diverse. Che hanno potuto contare sulla sua presenza, in molti eventi importanti. Lo vediamo fare ingresso nel mondo dello spettacolo nel 1959, anno in cui è alla conduzione del programma La Conchiglia d’Oro”, affiancato ad un altro grande nome dello spettacolo italiano. Ossia Enzo Tortora.

Nel corso della sua carriera, può vantare la presentazione di più di 100 programmi televisivi proprio perché ha iniziato questo lavoro nel corso degli anni ’60. La vita sentimentale del conduttore è da sempre stata molto travagliata. Il fatto di essere un uomo molto conosciuto, gli ha permesso di essere notato da molte donne.

Il cancro che ha colpito questo mostro sacro di casa Rai

rai dramma

Pippo Baudo per un certo periodo di tempo ha condiviso la sua vita insieme ad Angela Lippi, donna che ha sposato e con la quale ha avuto la figlia Tiziana. Dalla relazione avuta con Mirella Adinolfi, nel 1962, nasce il suo secondogenito Alessandro. Ci sono state poi altre storie brevi, tra cui quella avuta con Adriana Russo e Alida Chelli.

Nel 1986 convola a nozze con quello che è considerato l’amore della sua vita. Infatti è proprio in quell’anno che si unisce in matrimonio con Katia Ricciarelli. Anche se, dopo 18 anni di unione, i due decidono di separarsi. Nei suoi 85 anni di età, Pippo Baudo ha dovuto affrontare numerose situazioni difficili, alcune delle quali provocate anche da malattie.

È lui stesso infatti ad affermare che, nel corso della sua esistenza, più di una volta si è trovato sotto i ferri. Addirittura, ad un certo punto del suo percorso, ha persino scoperto di soffrire di cancro alla tiroide. Tutto ciò è accaduto intorno agli anni ’70, periodo in cui stava conducendo per la prima volta Canzonissima.

Nonostante abbia scoperto di soffrire di questo brutto male, il conduttore non si è lasciato abbattere cercando di andare avanti nonostante tutto. Fortunatamente trovò la cura da un evento accaduto proprio in quel periodo. Infatti, dopo l’esplosione di Chernobyl, i dottori avevano iniziato a notare che il sodio radioattivo aveva dei benefici sui bambini grassi in quanto nascevano privi di tiroide.

Da questa scoperta, i medici, iniziarono a studiare alcune soluzioni indicate proprio per coloro che avevano problemi alla tiroide. Pensavano che il sodio radioattivo potesse essere la soluzione. “Mi portarono a Pisa, dove c’erano tanti ricoverati come me e mi chiesero se volessi fare un esperimento con loro. Accettai”.

Ed è solo così, dopo avere vissuto 7 giorni in isolamento, i medici riuscirono ad eliminare il cancro alla tiroide di Pippo Baudo. Un male che, da allora, non si è più ripresentato.