Amici di Maria De Filippi, la tragedia improvvisa: ricoverato in terapia intensiva

Un nome gigantesco di Amici di Maria De Filippi ha toccato con mano la disperazione. La tragedia del ricovero in terapia intensiva 

 

Uno dei volti più noti all’interno del talent show di Maria De Filippi, Amici, e parla a cuore aperto durante un’intervista rilasciata nel salotto di Silvia Toffanin. Il racconto gela l’intero studio. Tutto ha inizio nel 1996, con la prima esperienza lavorativa all’interno del mondo televisivo. Un’esperienza che gli porta un successo sempre più grande, tant’è vero che diviene nome ricorrente in programmi molti noti al pubblico.

tragedia volto amici

Lo abbiamo visto ballare a Buona Domenica, a C’è posta per te e nel talent show di Canale 5 condotto da Maria De Filippi, Amici. A Roma, nel 2004, il ballerino ha fondato una scuola di danza e l’anno seguente ha avuto la sua prima esperienza nel mondo cinematografico. Difatti, nel 2005, ha preso parte al film Passo a Due.

Un successo sempre più in crescendo, dati i diversi progetti a cui ha preso parte, fino ad arrivare sui palcoscenici di teatro. Avete capito di chi si tratta? Stiamo parlando di Kledi Kadiu, noto al grande pubblico semplicemente come Kledi, albanese naturalizzato italiano. Dal 2018 è unito in matrimonio con Charlotte Lazzari, una ballerina e insegnante di Yoga.

Il volto di Amici racconta l’accaduto: un’esperienza da brividi

tragedia volto amici

La coppia ha avuto due figli. Ed è proprio riguardo il calvario di un di loro che si aprono al pubblico Kledi e la moglie, parlando a cuore aperto con Silvia Toffanin nel salotto di Verissimo. Ecco cosa ha raccontato. Come riportato da liberoquotidiano, il ballerino Kledi ha dovuto affrontare una situazione alquanto delicata. Una tragedia che ha portato il piccolo Gabriel, suo figlio, ad essere ricoverato in terapia intensiva. Momenti ed attimi veramente intesi e procuranti quelli che hanno vissuto.

Il piccolo, dopo solo 13 giorni dalla sua nascita, ha iniziato a manifestare dei problemi di salute. Per questo motivo è stato portato in ospedale, dove gli hanno diagnosticato la meningoencefalite. Non c’era tempo da perdere per poter salvare Gabriel. Questo perché si tratta di un virus in grado di attaccare la testa, creando dei danni da non sottovalutare.

Un periodo alquanto difficile, dato che alla coppia è stata avvisata dai medici che Gabriel ha realmente rischiato la vita. Insomma un vero colpo per un genitore, e che rende la vita un vero inferno. Fortunatamente, ad oggi, sembra che la situazione stia migliorando sempre di più e che il piccolo Gabriel piano piano si sta riprendendo.