Maurizio Costanzo non si nasconde più: “è una forma di malattia mentale”

Il giornalista Maurizio Costanzo decide di rivelare una sua particolare condizione. Nessuno poteva immaginare questo 

 

Maurizio Costanzo, prima di essere conosciuto come il marito di Maria De Filippi, è anche un noto giornalista e conduttore che da sempre mette tutto se stesso in ogni progetto di cui si occupa. Oltre che a guidare diversi programmi, ha persino preso parte come ospite ad alcune produzioni degne di nota nel nostro paese.

Maurizio Costanzo malattia mentale

Una tra le tante è sicuramente il famoso format Che tempo che fa. In quell’occasione ha svelato un dettaglio su di sé inaspettato, un qualcosa che ha lasciato tutti a bocca aperta. Era il 14 febbraio del 2021 il giorno in cui Maurizio Costanzo insieme a Gigi Marzullo, Mago Forest, Enrico Brignano, Ale e Franz, Nino Frassica e Roberto Saviano partecipa alla puntata del programma Che tempo che fa.

Insieme a loro hanno avuto la possibilità di esprimersi anche altri volti noti del mondo dello spettacolo, tra cui Carlo Verdone, Walter Ricciardi, Alberto Mantovani e Mahmood che era appena uscito reduce dal Festival di Sanremo come vincitore. Nonostante gli ospiti di questa puntata siano stati davvero molti e diversi tra di loro, di sicuro il più atteso è proprio lui. Maurizio Costanzo, uomo che da sempre ha cercato di mantenere molto riserbo sulla sua vita personale.

Maurizio Costanzo confessa la sua condizione, va avanti ormai da anni

Maurizio Costanzo malattia mentale

Ed è proprio per questo motivo che, tutti i suoi fan, hanno seguito assiduamente questa puntata così da scoprire alcuni dettagli sulla vita di quello che è considerato un grande giornalista. Un dettaglio di Maurizio Costanzo era stato dato proprio da lui, qualche tempo prima, durante un’intervista fatta al Corriere della Sera.

E così, su chenews, possiamo leggere di un qualcosa di molto particolare sul suo conto in quanto è lui stesso ad affermare di soffrire di una specie di fissazione. “Nel mio studio ci sono dodici schermi sintonizzati su dodici canali, riconosco che è una forma di malattia mentale”. Da queste parole è possibile dedurre che, il conduttore, ama davvero tanto il suo lavoro al punto che cerca in ogni modo di studiare tutte le altre trasmissioni. Così da poter assimilare il più possibile.

Di sicuro, la carriera di Maurizio Costanzo, è una delle più ricche e complete. Questa ha avuto inizio nel 1956 quando, a soli 18 anni, ricopre il ruolo di cronista all’interno di Paese Sera. L’anno seguente riesce ad ottenere un posto all’interno del Corriere Mercantile. E la sua preparazione lo ha portato dove è oggi.

Da quel momento in poi, la sua carriera è in continua ascesa. Al punto che, ancora oggi, riesce a portare a casa numerose soddisfazioni.