Paola Barale, la confessione dopo anni: “Sono diventata…”

L’ex compagna di Raz Degan si è resa autrice di una confessione relativa ad un periodo particolare della sua vita. Ecco cosa ha detto

La splendida piemontese, divenuta nota agli esordi come sosia di Madonna, ha debuttato sul piccolo schermo più di trenta anni fa. Il primo spezzone della sua carriera, più o meno fino all’inizio del nuovo secolo, è stato caratterizzato dalla costante attività lavorativa sui canali Mediaset. In seguito invece, per la Barale si sono aperte le porte della Rai, sulle cui frequenze ha partecipato ad alcune trasmissioni come “Speciale Numero uno”, “Ce la fai?” e “Quelli che il calcio”, dove ha ricoperto il ruolo di inviata.

 

Paola Barale (Websource)

Le stesse vesti del programma di stampo calcistico appena citato le ha indossate anche nel 2008, in occasione della terza edizione de “La talpa”. Il format che ormai manca da oltre un decennio sul palinsesto televisivo veniva condotto all’epoca da Paola Perego, affiancata quell’anno dagli opinionisti Candida Morvillo, Vincenzo Cantatore e Barbara Alberti, quest’ultima sostituita in corso d’opera da Raffaello Tonon.

Nel 2015 la Barale è stata invece una dei concorrenti della quarta edizione di “Pechino Express”, alla quale ha partecipato insieme al ballerino e coreografo italiano Luca Tommassini. L’anno seguente ha preso parte a “Flight 616”, mentre ultimamente si è dedicata all’attività di attrice teatrale, prendendo parte nel 2019 alla commedia intitolata “Se devi dire una bugia dilla Grossa”.

Paola Barale, la triste confessione della showgirl

Nel corso di un’intervista da lei rilasciata sulle pagine del Corriere della Sera, Paola ha raccontato alcuni cambiamenti che la sua vita ha avuto durante il lockdown. Nello specifico, la showgirl ha confessato la trasformazione che il suo carattere ha subito.

“Detesto invecchiare, hai meno possibilità, meno energie, e avere limiti non mi piace. Poi certo sono grata alla vita. Sono diventata più responsabile. Potevo passare il lockdown a Ibiza dove ho una casa e invece sono rimasta qui per stare più vicina ai miei genitori. Mi sono iscritta alla Croce Rossa, perché cercavano volontari. Invece che stare a casa a sentirmi vittima della situazione, uscivo e davo una mano per la raccolta alimentare”.

Paola Barale (Websource)

Sempre all’interno della medesima intervista, la conduttrice televisiva piemontese ha fatto accenno anche alla sua sfera intima: “Non ho una relazione così importante da mettermi un uomo in casa. Sono diventata rigida, ma ho scoperto come si sta bene soli. Non ho bisogno di niente, ho tanti amici. Non mi manca nulla neanche dal punto di vista sessuale: non ho appeso il cappello al chiodo eh! Ma ognuno va a casa sua”.