Stefano Tacconi, arriva il dramma: “Non mi resta molto da vivere”

In queste ore è arrivata la triste notizia. Stefano Tacconi, ex portiere di calcio italiano, è rimasto vittima di un grave malore

Le condizioni di salute dell’ex portiere di Juventus e Genoa stanno tenendo in apprensione la sua famiglia e tutte le persone a lui care. Classe ’57, Stefano ha dato l’addio al calcio giocato da ormai molti anni, per la precisione dalla stagione 1993/1994. Nel corso della carriera ha collezionato diversi successi, raggiunti tutti con la maglia della squadra bianconera di Torino.

 

Stefano Tacconi (Websource)

In ambito nazionale ha vinto due campionati di Serie A ed una Coppa Italia, mentre a livello europeo si è aggiudicato la Champions League nel 1985. Oltre ai trofei appena elencati, nella bacheca di Tacconi spiccano anche una Coppa delle Coppe, una Coppa Uefa ed una Supercoppa Uefa.

Tra i pali ha dimostrato quindi di essere stato uno dei migliori portieri in circolazione della sua generazione. Come ciliegina sulla torta, l’ex portiere di calcio ha disputato anche sette partite con la casacca azzurra della nostra Nazionale.

Stefano Tacconi, il dramma improvviso

Come un fulmine a ciel sereno è appena arrivata la notizia del ricovero di Tacconi. Quest’ultimo infatti, come riportato anche da Sport Mediaset, attualmente si trova nel reparto di neurochirurgia presso l’Ospedale di Alessandria. Stamattina il campione ha accusato un brutto malore, motivo per cui è stato prontamente trasportato in pronto soccorso.

Al momento del malore Stefano si trovava ad Asti, dove ieri sera ha partecipato ad un evento speciale. Vista la gravità delle sue condizioni, l’ex portiere della Juventus è stato trasportato dall’appena citata città piemontese ad Alessandria. Il suo stato attuale di salute sembra molto preoccupante, anche se il bollettino medico ufficiale dovrebbe essere emesso soltanto in serata.

Stefano Tacconi (Websource)

E pensare che, qualche tempo fa, Stefano aveva fatto preoccupare molto i suoi fans a seguito di una sua dichiarazione: “Un anno e mezzo fa, mi sono operato alla schiena, con due vertebre fratturate. Ho rischiato di rimanere sulla sedia a rotelle. Non so quanto mi resta da vivere, l’età avanza”.

L’intervento a cui si è sottoposto ovviamente non c’entra nulla con quello che sta succedendo in queste ore. La sua famiglia sta vivendo un vero e proprio dramma, con la speranza che i dottori riescano a salvare la vita al celebre ex portiere italiano. Lo stesso augurio è quello che facciamo noi insieme a tutti i suoi fans, desiderosi di ricevere una bella notizia dalla struttura ospedaliera in cui è ricoverato.